• pubblicato il 17-04-2014

Volkswagen Golf R 400

di Junio Gulinelli

Il "mostro" di Wolfsburg per il Salone di Pechino, e il festival di Wörthersee

Il Salone di Pechino (in scena dal 19 aprile) sarà il primo evento dove comparirà quella che, per il momento una concept car, sarà la Golf più potente della storia.

Si chiama Volkswagen Golf R400 e, come suggerisce il nome, avrà un poderoso cuore pulsante da 400 CV.

Tutta questa potenza viene ripartita tra i due assi attraverso il sistema di frizione multidisco Haldex, appoggiato da una seconda frizione multidisco gestita elettronicamente per ripartire a piacere la coppia tra le ruote anteriori in maniera selettiva.

In sostanza, metterà insieme il differenziale intelligente già proposto sulla Golf GTI con il sistema di trazione integrale della Golf R.

Il cuore di questo bolide non è ancora stato confermato ma potrebbe trattarsi dello stesso 2.0 TFSI a iniezione diretta sovralimentato, “dopato” fino ad una agghiacciante potenza di 200 CV per litro.

Annunciate, invece, le prestazioni: scatta da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi (5,1 secondi per la Golf R) e raggiunge i 280 km/h di velocità massima.

Questa show car – che sarà a breve anche una delle protagoniste del festival di Wörthersee del Gruppo VAG – sarà dotata di trasmissione DSG a doppia frizione e promette una peso “light” inferiore ai 1.400 kg (che abbinato a quella potenza fa davvero paura).

Volkswagen ha comunque tenuto a specificare nel comunicato stampa che per ora la Golf R400 rimarrà una concept car senza un futuro di serie. Già basta la top di gamma "R".

 
Volkswagen Golf R 400

L'opinione dei lettori