• pubblicato il 23-04-2013

Mini Challenge 2013

di Alberto Cavo

Mini Challenge 2013: la nuova sfida Mini

Mancano pochi giorni al via della seconda edizione del campionato monomarca siglato MINI Italia che, con il supporto di ACI Sport, leader nella gestione di eventi sportivi, torna con un nuovo nome: MINI Challenge. Sono ben 19 le Mini iscritte  e tra queste sono 16 quelle con un team alle spalle, che, tuttavia, non è un requisito obbligatorio.

Come si partecipa

Per partecipare è sufficiente disporre di una Mini Cooper S (costruita da marzo 2010 in avanti) alla quale viene aggiunto un kit tecnico da 10.000 Euro che prevede l'installazione, oltre ad una serie di supplementi racing, del rollbar, del kit John Cooper Works, di freni maggiorati, di ammortizzatori regolabili e del differenziale autobloccante Drexler.

Quanto costano le gare?

La quota di iscrizione al campionato è di 1.500 euro, mentre ognuna delle 6 gare ha un costo di 1.220 Euro per vettura: a fronte di queste spese contenute ci sono la fruibilità di uno spazio dedicato al setup della vettura, un treno di gomme e un vero villaggio nel paddock.

Quest'anno solo gomme racing

Per potenziare lo spirito agonistico della sfida ed esaltare il go-kart feeling che contraddistingue Mini, le vetture potranno gareggiare, in esclusiva quest'anno, solo con gomme slick (o Rain in caso di pioggia).
Ogni appuntamento prevede un turno di prove libere, 35 minuti di qualifiche e due gare da 25 minuti (per invertire l'ordine di partenza). Gli appuntamenti sono sei: Vallelunga 28 aprile, Franciacorta 19 maggio, Red Bull Ring (Austria) 16 giugno, Mugello 14 luglio, Imola 1 settembre, Monza 20 ottobre. I piloti  si aggiudicheranno ricchi premi in denaro e il vincitore del Challenge potrà godere di una Mini John Cooper Works in comodato d'uso per un anno.

Mini Challenge 2013

L'opinione dei lettori