• pubblicato il 07-03-2012

WRC: Dani Sordo, l'eterno secondo

di Marco Coletto

Il rallista spagnolo è l'uomo che ha conquistato più volte (19) la piazza d'onore senza mai vincere.

Il pilota di rally spagnolo Dani Sordo, attualmente in forza alla Mini, detiene un record singolare. Con i suoi 19 secondi posti è l'uomo che ha conquistato più volte la piazza d'onore nel Mondiale WRC senza mai portare a casa una vittoria.

Dani nasce il 2 maggio 1983 a Torrelavega, in Cantabria. La sua carriera nel mondo del motorsport inizia con il motocross e prosegue con le corse in salita, i kart e le vetture da turismo mentre il debutto nel WRC risale al 2003 nel Rally di Catalunya al volante di una Mitsubishi Lancer.

In quello stesso anno e nel seguente si aggiudica il campionato spagnolo Junior, successi che gli consentono di ottenere una Citroën C2 per partecipare al JWRC (Junior World Rally Championship) e vincerlo al debutto.

L'anno della svolta è il 2006: partecipa a tutte le gare del Mondiale WRC con la Citroën Xsara del team Kronos (lo stesso di Sébastien Loeb) e chiude la stagione in quinta posizione con due secondi posti (Spagna e Germania).

Nel 2007 Dani diventa seconda guida del team Citroën (tornato ufficialmente nel WRC dopo un anno di assenza) e termina l'annata al volante della C4 al quarto posto con quattro secondi posti (Monte Carlo, Spagna, Giappone, Irlanda).

Il 2008 è la sua annata migliore: termina al terzo posto e ottiene nuovamente quattro secondi posti (Giordania, Germania, Nuova Zelanda e Spagna). Stesso piazzamento finale e stesso numero di piazze d'onore (Irlanda, Argentina, Polonia e Spagna) nel 2009.

Nel 2010 il pilota spagnolo mostra un calo di prestazioni: termina quinto con tre secondi posti (Bulgaria, Germania e Francia) e per tre rally (Finlandia, Giappone e Gran Bretagna) viene spedito nel Junior Team per lasciare spazio al francese Sébastien Ogier, che sul suolo nipponico conquista il secondo successo stagionale.

Nel 2011, scaricato dal Double Chevron, trova un posto come prima guida alla Mini. A bordo della John Cooper Works termina la stagione all'ottavo posto (senza partecipare a tutte le prove) ma ha l'occasione di disputare la migliore gara della sua vita: lo scorso autunno al Rally di Francia termina al secondo posto a soli sei secondi di distanza da Ogier, vince quattro prove speciali e si trova addirittura in testa alla fine della prima giornata.

Il 2012 è iniziato bene per lo sfortunato driver iberico: ha chiuso (per l'ennesima volta) al secondo posto il Rally di Monte Carlo ed è stato costretto al ritiro in Svezia dopo aver urtato un muro di neve. I prossimi due rally in programma - Messico e Portogallo - non sembrano essere nelle sue corde: riusciremo prima o poi a vederlo sul gradino più alto del podio, magari già il prossimo aprile in Argentina?

WRC: Dani Sordo, l'eterno secondo

L'opinione dei lettori