Sport

Audi R18 e-tron quattro: obiettivo Le Mans 2015

L'ultima evoluzione della LMP1 di Ingolstadt punta al quarto trionfo consecutivo (che sarebbe il sesto per la Casa tedesca)

L’ultima evoluzione dell’Audi R18 e-tron quattro punterà a conquistare il WEC 2015 (Mondiale Endurance) e la 24 Ore di Le Mans: la LMP1 ibrida di Ingolstadt (dotata di un motore 4.0 V6 turbodiesel) ha già conquistato le ultime tre edizioni della celebre corsa di durata francese mentre la Casa tedesca può vantare sulla Sarthe ben sei trionfi consecutivi.

L’Audi schiererà tre esemplari della R18 e-tron quattro (caratterizzata da una livrea diversa rispetto a quella dello scorso anno). Il primo è affidato al trio composto dallo svizzero Marcel Fässler, dal tedesco André Lotterer e dal francese Benoît Tréluyer (tre volte trionfatori a Le Mans: 2011, 2012 e 2014), il secondo è guidato dal brasiliano Lucas di Grassi (vincitore del GP di Macao 2005 e 24° nel Mondiale F1 2010), dal francese Loïc Duval (primo a Le Mans nel 2013) e dal britannico Oliver Jarvis (campione britannico Formula Renault 2005 e vincitore del GP di Macao 2007) e il terzo correrà solo alla 6 Ore di Spa e a Le Mans con il portoghese Filipe Albuquerque (campione europeo Formula Renault 2006), con il nostro Marco Bonanomi (vicecampione europeo Formula 3000 2006) e con il tedesco René Rast (tre volte campione Porsche Supercup dal 2010 al 2012).

Amarsport

Audi R18 TDI: l'ultima "non ibrida" a vincere a Le Mans

Storia dell'auto che ha conquistato una delle più belle 24 Ore di sempre, quella del 2011

Il mondo Audi

24 Ore di Le Mans 2014: Audi, la vittoria della semplicità

Fässler, Lotterer e Tréluyer, chi sono i vincitori della 24 Ore di Le Mans 2012

Audi A3, la storia in foto

Audi A4, la storia in foto