• pubblicato il 19-01-2015

Dakar 2015: trionfo per Al-Attiyah e la Mini

Secondo successo per il pilota qatariota e quarta vittoria consecutiva per la Casa britannica

Tutto come da pronostico: la Mini ha vinto la Dakar 2015 ottenendo il quarto successo consecutivo nel più famoso rally raid del mondo. La Casa britannica ha letteralmente dominato la corsa (quattro vetture nelle prime cinque posizioni) e ha permesso al qatariota Nasser Al-Attiyah di salire per la seconda volta sul gradino più alto del podio dopo aver conquistato l’edizione del 2011.

Di seguito troverete un breve riassunto della gara, che ha visto la morte di un motociclista (il polacco Michal Hernik), e le classifiche delle quattro categorie presenti: auto, moto, camion e quad.

Dakar 2015: la classifica delle auto

Non fatevi ingannare dal distacco di poco superiore ai 30 minuti sul secondo classificato Giniel de Villiers su Toyota: Nasser Al-Attiyah si è piazzato in testa alla Dakar 2015 dopo la seconda prova speciale e non ha più mollato la vetta. Il driver qatariota ha potuto contare sull’aiuto dei compagni di squadra Nani Roma (vincitore lo scorso anno) e Orly Terranova i quali, dopo aver perso troppi minuti in seguito a degli incidenti, si sono prestati al ruolo di scudieri.

1 Nasser Al-Attiyah (Qatar) (Mini)   40:32:25
2 Giniel de Villiers (Sudafrica) (Toyota)  + 00:35:54
3 Krzysztof Hołowczyc (Polonia) (Mini)  + 01:32:01
4 Erik van Loon (Olanda) (Mini)    + 03:01:52
5 Vladimir Vasilyev (Russia) (Mini)   + 03:12:41

Dakar 2015: la classifica delle moto

Anche quest’anno la vittoria tra le moto è andata alla KTM: il brand austriaco non perde dal lontano 2001 e alla Dakar 2015 ha portato quattro mezzi nelle prime cinque posizioni. Il merito del trionfo va al grande Marc Coma: il centauro spagnolo ha ottenuto il quinto successo in carriera in questa gara soffrendo più del previsto contro la Honda del portoghese Paulo Gonçalves (penalizzato di 15 minuti per la sostituzione del motore). Applausi per il debuttante australiano Toby Price, vincitore di una prova speciale e terzo al traguardo.

1 Marc Coma (Spagna) (KTM)    46:03:49
2 Paulo Gonçalves (Portogallo) (Honda)  + 00:16:53
3 Toby Price (Australia) (KTM)    + 00:23:14
4 Pablo Quintanilla (Cile) (KTM)    + 00:38:38
5 Štefan Svitko (Slovacchia) (KTM)   + 00:44:17

Dakar 2015: la classifica dei camion

La sorpresa più grande della Dakar 2015 è arrivata dai camion: non tanto per la vittoria dei mezzi russi Kamaz (terzo titolo consecutivo e quattro veicoli in “top five”) quanto per il trionfo di Ayrat Mardeev. Il driver più giovane della squadra è riuscito a beffare i più esperti compagni ottenendo il successo dopo la seconda piazza del 2013.

1 Ayrat Mardeev (Russia) (Kamaz)   42:22:01
2 Eduard Nikolaev (Russia) (Kamaz)   + 00:13:52
3 Andrey Karginov (Russia) (Kamaz)   + 00:51:00
4 Aleš Loprais (Repubblica Ceca) (MAN)  + 01:56:37
5 Dmitry Sotnikov (Russia) (Kamaz)   + 02:24:32

Dakar 2015: la classifica dei quad

Ancora un trionfo per un quad Yamaha alla Dakar: da quando è stata istituita questa categoria nel 2009 il brand nipponico non ha mai mancato il gradino più alto del podio. Questa volta a prevalere è stato il polacco Rafał Sonik: i suoi due avversari principali (l’uruguayano Sergio Lafuente e il cileno Ignacio Casale) si sono ritirati nella 10° prova speciale, agevolando la sua prima vittoria in carriera.

1 Rafał Sonik (Polonia) (Yamaha)   57:18:39
2 Jeremias González (Argentina) (Yamaha) + 02:54:50
3 Walter Nosiglia (Bolivia) (Honda)   + 03:42:56
4 Nelson Sanabria (Paraguay) (Yamaha)  + 04:09:57
5 Christophe Declerck (Francia) (Yamaha) + 05:48:40


Dakar 2015: trionfo per Al-Attiyah e la Mini

L'opinione dei lettori