Alfa Romeo F1
  • pubblicato il 14-12-2015

No, Alfa Romeo non entra in F1

Tutta la verità sull'ingresso del Biscione nel motorsport e le dichiarazioni (vere) di Marchionne

Alfa Romeo non sta pensando ad un ritorno in F1. L’amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne, a margine dello scambio di auguri con i giornalisti che si occupano del Circus, non ha mai parlato di un rientro del Biscione nella massima categoria (come notato dal settimanale Auto Sprint) ma di un più generico impegno nel motorsport.

«Il marchio Alfa Romeo, è incredibile come resti nel cuore della gente. Proprio per questo stiamo pensando a un suo ritorno, come nostro competitore, alle corse». Queste le parole pronunciate dal presidente Ferrari a Maranello al termine della conferenza stampa che preludono ad un probabile ingresso nel nuovo campionato statunitense IMSA destinato ai prototipi che prenderà il via nel 2017.

L’Alfa Romeo ha corso in F1 come Costruttore per nove anni (dal 1950 al 1951 e dal 1979 al 1985) portando a casa due Mondiali Piloti (Giuseppe Farina nel 1950 e Juan Manuel Fangio nel 1951) e un 6° posto nel Mondiale Costruttori nel 1983. Nel palmarès del Biscione troviamo inoltre 10 vittorie, 12 pole position, 14 giri veloci, 26 podi e 4 doppiette.

Per quanto riguarda gli altri trionfi di prestigio ottenuti dalla Casa del Biscione segnaliamo il Mondiale Costruttori Grand Prix del 1925, i quattro successi consecutivi alla 24 Ore di Le Mans dal 1931 al 1934 e i due titoli iridati Sportprototipi del 1975 e del 1977.

No, Alfa Romeo non entra in F1

L'opinione dei lettori