• pubblicato il 23-02-2015

F1, Alonso e l'incidente a Barcellona: cosa sappiamo (e cosa non sappiamo)

Le certezze e le ipotesi sul crash del pilota spagnolo della McLaren

In occasione dell’incidente di Fernando Alonso a Barcellona durante i test di F1 di ieri abbiamo sentito di tutto ma in realtà sono ben poche le cose certe che sappiamo.

Per fare un po’ più di chiarezza dando un’informazione più completa possibile abbiamo quindi deciso di privilegiare le notizie vere sull’accaduto relegando in secondo piano tutte le ipotesi che si sono succedute.

Cosa sappiamo dell’incidente di Fernando Alonso a Barcellona?

Fernando Alonso è uscito di pista

Alle 12:35 di domenica 22 febbraio 2015 - quarto giorno di test di F1 a Barcellona - Fernando Alonso è uscito di pista sbattendo verso l’interno all’uscita della curva 3.

Fernando Alonso non stava andando veloce

Sebastian Vettel è stato l’unico pilota ad aver assistito all’incidente visto che si trovava dietro ad Alonso: ha dichiarato che il driver spagnolo della McLaren non stava superando i 150 km/h, si è spostato verso destra e ha urtato lateralmente il muro per due volte.

L’urto è stato superiore a 15 G

In occasione dell’incidente Fernando Alonso ha subito una decelerazione di oltre 15G, come dimostra la spia accesa sulla sua McLaren. La procedura per urti di questo tipo (anche se in questo caso la monoposto non ha subito danni gravi) prevede per il pilota il trasferimento al centro medico del circuito per accertamenti.

Fernando Alonso è svenuto nell’abitacolo

I primi soccorritori hanno trovato Fernando Alonso privo di conoscenza nell’abitacolo.

Fernando Alonso è stato sedato dopo il risveglio

Quando i soccorritori hanno tolto il casco a Fernando Alonso il driver iberico si è svegliato ed è stato necessario sedarlo visto che era particolarmente agitato.

Alonso è stato portato in ospedale e lì ha trascorso tutta la notte

Dopo la visita al centro medico del circuito di Barcellona Fernando Alonso è stato trasferito in elicottero all’ospedale General de Catalunya. Ha trascorso la notte nel nosocomio iberico.

La Tac ha dato esito negativo

Il risultato della Tac su Fernando Alonso è stato comunicato dalla McLaren.

Cosa non sappiamo dell’incidente di Fernando Alonso a Barcellona?

Quando è svenuto Fernando Alonso?

Fernando Alonso dovrebbe aver perso conoscenza dopo l’impatto: i testimoni presenti sul circuito di Barcellona hanno visto che il pilota spagnolo a bassa velocità ha cercato di “posteggiare” la sua McLaren nella via di fuga.

Qual è stata la causa dell’incidente?

Nessuno lo sa: la McLaren è stata molto criptica a riguardo visto che ha parlato di un semplice incidente senza dare altre spiegazioni.

Fernando Alonso ha preso una scossa dovuta all’Ers o all’impianto elettrico?

Molti mezzi di informazione hanno ipotizzato che sia stata una scossa proveniente dall’Ers o dall’impianto elettrico la causa dell’incidente di Fernando Alonso. Va detto, però, che all’interno dell’abitacolo il pilota è completamente isolato e la scossa potrebbe arrivare solo in caso di contatto di una parte del corpo del driver con la terra. La smentita è arrivata anche dai tecnici della Magneti Marelli e dalla FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile).

Quante volte Fernando Alonso ha perso conoscenza?

Alcune fonti parlano di tre perdite di conoscenza: l’unico svenimento certo è quello avvenuto in occasione dell’incidente.

Fernando Alonso resterà anche oggi in ospedale?

Probabile: Luis Garcia Abad - manager di Fernando Alonso - non lo ha escluso.


F1, Alonso e l'incidente a Barcellona: cosa sappiamo (e cosa non sappiamo)

L'opinione dei lettori