• pubblicato il 23-02-2015

F1 2015: il punto dopo i primi test di Barcellona

La Ferrari convince (ma meno che a Jerez), la Mercedes impressiona

I primi test di Barcellona di F1 hanno dato molte indicazioni utili in vista del Mondiale 2015 anche se l’incidente a Fernando Alonso di ieri ha fatto passare in secondo piano le prestazioni mostrate dalle monoposto in Spagna.

Contrariamente a quanto visto a inizio febbraio a Jerez le “big” si sono esposte un po’ di più: Ferrari, Mercedes e Red Bull (rigorosamente in ordine alfabetico) hanno mostrato ottime cose e anche la Williams (ancora un po’ nascosta ma molto affidabile) ci è piaciuta. Grosse delusioni, invece, continuano ad arrivare dalla McLaren: tempi poco interessanti e pochi chilometri percorsi.

F1 2015 - I primi test di Barcellona in cinque punti

1) La Ferrari ha convinto a Barcellona ma meno che a Jerez: scarsa affidabilità nel quarto giorno e tempi alti con le gomme medie. La monoposto di Maranello resta però quella che ha fatto più passi in avanti rispetto allo scorso anno.

2) Anche in Catalogna la Sauber ha fatto registrare tempi eccellenti ma è facile farlo con pneumatici supersoft. Bastano le gomme soft per ridimensionare le ambizioni della vettura elvetica (oltretutto non molto affidabile): tanto fumo e poco arrosto.

3) La Mercedes è la squadra da battere: non ha mai ottenuto i tempi migliori nelle singole sessioni ma è stata velocissima con le gomme medie (meno performanti delle supersoft usate dai team che hanno cercato la prestazione secca). Oltretutto il team tedesco ha percorso molti chilometri.

4) Miglior tempo in tre sessioni su quattro e buone prestazioni anche con pneumatici meno performanti: la Lotus sembra molto più in forma rispetto all’anno scorso (ci vuole poco…) grazie soprattutto al motore Mercedes.

5) Il miglior tempo ottenuto da Daniel Ricciardo con le gomme soft nella seconda giornata di test a Barcellona è un’ottima notizia per la Red Bull (prima candidata al ruolo di anti-Mercedes e ancora in attesa di svelare la propria livrea). Daniil Kvyat pare invece ancora troppo acerbo per un team così importante.

F1 2015 - TEST BARCELLONA 1 - I TEMPI

Giorno 1

1 Pastor Maldonado (Lotus)  1:25.011
2 Kimi Räikkönen (Ferrari)  1:25.167
3 Daniel Ricciardo (Red Bull) 1:25.547
4 Sergio Pérez (Force India)  1:26.636
5 Felipe Nasr (Sauber)   1:27.307

Giorno 2

1 Daniel Ricciardo (Red Bull) 1:24.574
2 Kimi Räikkönen (Ferrari)  1:24.584
3 Felipe Massa (Williams)  1:24.672
4 Sergio Pérez (Force India)  1:24.702
5 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:24.923

Giorno 3

1 Pastor Maldonado (Lotus)  1:24.348
2 Max Verstappen (Toro Rosso) 1:24.739
3 Lewis Hamilton (Mercedes) 1:26.076
4 Marcus Ericsson (Sauber)  1:26.340
5 Sebastian Vettel (Ferrari)  1:26.407

Giorno 4

1 Romain Grosjean (Lotus)  1:24.067
2 Nico Rosberg (Mercedes)  1:24.321
3 Daniil Kvyat (Red Bull)  1:24.941
4 Felipe Nasr (Sauber)   1:24.956
5 Valtteri Bottas (Williams)  1:25.345

F1 2015: il punto dopo i primi test di Barcellona

L'opinione dei lettori