• pubblicato il 27-06-2014

F1 - Cosa cambia dal 2015

Quattro motori per pilota anziché 5, parco chiuso dalle prove libere 3 e partenza da fermi post safety-car

Sono state approvate ieri dalla FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) le modifiche al regolamento F1 che entreranno in vigore nel 2015. Cambiamenti creati soprattutto per premiare le monoposto più affidabili, ma non solo. Scopriamo insieme i sette più importanti.

Le modifiche al regolamento F1 2015

1) Ogni pilota avrà a disposizione solo quattro motori anziché cinque, a meno che le gare in calendario non siano più di venti.

2) In caso di sostituzione del propulsore non si partirà più dalla pit-lane ma dal fondo della griglia.

3) Partenza da fermi in griglia (e non più lanciata) tutte le volte che la safety-car tornerà ai box dopo essere intervenuta. Tranne nelle prime due tornate e negli ultimi cinque giri.

4) Il parco chiuso entrerà in vigore dall’inizio delle prove libere 3 invece che dall’inizio delle qualifiche. In pratica dal sabato mattina sarà impossibile effettuare modifiche alle monoposto.

5) Nel 2015 si terranno tre test invernali da quattro giorni ciascuno e due sessioni (anziché quattro) da due giorni nel corso della stagione. Si dovranno effettuare obbligatoriamente in Europa.

6) I musi delle monoposto saranno più sicuri e più gradevoli esteticamente rispetto a quelli delle vetture di questa stagione.

7) Riduzione delle ore dedicate ai test aerodinamici in galleria del vento (da 80 a 65 ore settimanali) e alle simulazioni in CFD (da 30 Teraflops a 25 Teraflops).

F1 - Cosa cambia dal 2015

L'opinione dei lettori