• pubblicato il 01-03-2012

F1: sospensioni pull rod e push rod, le differenze

di Marco Coletto

Pregi e difetti delle due soluzioni.

La Ferrari F2012 sarà l'unica monoposto che prenderà parte al Mondiale F1 2012 a montare le sospensioni anteriori pull rod, tutte le altre adotteranno invece la più tradizionale soluzione push rod. Ma cosa significano questi termini tecnici? Scopriamolo insieme.

Nelle sospensioni pull rod (dette anche "a tirante") il braccio che collega la ruota alla barra di torsione è posizionato in basso e ha il vantaggio di sopportare carichi maggiori e di pesare e ingombrare meno. Senza dimenticare l'abbassamento del baricentro.

In quelle push rod (o "a puntone") il braccio sistemato più in alto garantisce invece un migliore controllo dell'ammortizzatore ed è più efficace dal punto di vista aerodinamico su monoposto caratterizzate dal musetto alto, cioè tutte quelle moderne.

Il primo esempio di sospensione anteriore pull rod risale al 1981, quando Gordon Murray la introdusse sulla Brabham BT49C. Quella vettura permise in quello stesso anno a Nelson Piquet di diventare Campione del Mondo Piloti: sarà di buon auspicio per la Rossa?

F1: sospensioni pull rod e push rod, le differenze

L'opinione dei lettori