• pubblicato il 29-12-2013

Michael Schumacher in coma: dita incrociate per l'ex campione di Formula 1

Stava sciando con il figlio quattordicenne in Francia, quando è rimasto coinvolto in una caduta. Operato per trauma cranico, le sue condizioni sono critiche

Il casco, purtroppo, non è bastato.

Michael Schumacher è in coma: lo affermerebbe in un comunicato l'ospedale di Grenoble, in Francia, dove il campione di Formula 1 è ricoverato dopo esservi stato trasportato in elicottero a seguito dell'incidente che lo ha visto coinvolto questa mattina.

Condizioni aggravate

Le condizioni di Schumacher si sarebbero aggravate a seguito del trasferimento all'ospedale di Grenoble, dove sarebbe arrivato già in coma.

L'equipe dell'ospedale avrebbe proceduto immediatamente a sottoporre Michael a una operazione d'urgenza per affrontare il "grave trauma cranico" di cui soffriva l'ex pilota della scuderia Ferrari

A dare la notizia per primi il quotidiano sportivo francese L'Equipe, che ha sottolineato anche l'arrivo d'urgenza del chirurgo parigino Gérard Saillant, che aveva già operato Schumacher a seguito dell'incidente di Silverstone nel 1999.

L'incidente

Michael Schumacher era stato coinvolto in una caduta durante una sessione di sci fuoripista con il figlio quattordicenne. Il campione di Formula 1 ha sbattuto la testa contro una roccia.

L'impatto - come riportato dall'Ente Turismo di Meribel, località francese sede dell'incidente - era avvenuto alle 11.07, e i primi soccorsi sono arrivati tempestivamente alle 11.15.

In un primo momento, le condizioni di Schumacher sembravano essere meno gravi di quanto rivelatesi in seguito: ai soccorsi si era presentato sotto shock, ma cosciente.

Poi, durante il trasporto, la situazione si sarebbe aggravata.

Ora non ci resta che aspettare e sperare che il sette volte campione del mondo di Formula 1, che il prossimo 3 gennaio compirà 45 anni, superi la crisi.