• pubblicato il 26-11-2012

Mondiale F1 2012 - Il punto dopo il GP del Brasile: Button dominatore, Vettel iridato

di Marco Coletto

In una gara spettacolare condizionata dalla pioggia Sebastian si aggiudica il terzo titolo Mondiale consecutivo

Sebastian Vettel è Campione del Mondo F1 per la terza volta consecutiva. Il pilota della Red Bull si è aggiudicato il Mondiale F1 2012 nell'ultima tappa stagionale, il GP del Brasile, dopo un  memorabile duello con Fernando Alonso terminato con un vantaggio di soli tre punti.

La corsa è stata vinta da Jenson Button ma gli appassionati si sono concentrati sulla sfida sotto la pioggia tra i due contendenti al titolo. Lo spagnolo ha portato a casa un secondo posto lottando fino alla fine ma la prova del tedesco è stata altrettanto memorabile: tamponato al primo giro da Bruno Senna, ha recuperato quattordici posizioni in meno di dieci giri con una monoposto danneggiata e ha portato a casa un sesto posto, sufficiente per potersi fregiare dell'iride.

La gara in cinque punti

1) Dopo Michael Schumacher e Ayrton Senna è Jenson Button il pilota più forte sul bagnato. La sua ennesima vittoria in condizioni climatiche proibitive è passata un po' sotto silenzio per via del duello Vettel-Alonso ma è stato lui il migliore in Brasile.

2) La sfortuna perseguita Lewis Hamilton. Nella sua ultima gara da driver McLaren il pilota britannico ha letteralmente dominato la corsa con la pole position e il giro veloce. Peccato che il tentativo di sorpasso fallito da Hülkenberg abbia compromesso la sua gara.

3) Nonostante abbia terminato le qualifiche e la corsa davanti al compagno Vettel (non succedeva da Silverstone) Mark Webber non ha disputato una prova memorabile. In partenza si è fatto beffare da Alonso, dopo sei giri si è fatto superare da Massa e nell'arco di altre quattro tornate è andato in testacoda ed è arrivato lungo ai box rischiando di travolgere un meccanico. Ieri non è stato di grande aiuto al suo team.

4) Fernando Alonso non ha potuto fare di più con una Ferrari così lenta: ha combattuto per il Mondiale fino all'ultimo GP e ha ottenuto il podio necessario per sperare nel titolo. Sulla sua classifica pesano i due "zero" di Spa e Suzuka ma anche Vettel ha avuto i suoi problemi nel corso dell'anno.

5) La McLaren è stata imbattibile per tutto il weekend: Button e Hamilton hanno monopolizzato la prima fila in qualifica e se non fosse stato per Hülkenberg avrebbero portato a casa una doppietta che manca alla scuderia inglese da ben due anni.

I risultati della gara

Prove libere 1

1 Lewis Hamilton (McLaren) 1:14.131
2 Sebastian Vettel (Red Bull) 1:14.140
3 Mark Webber (Red Bull)  1:14.198
4 Jenson Button (McLaren)  1:14.217
5 Fernando Alonso (Ferrari)  1:14.392

Prove libere 2

1 Lewis Hamilton (McLaren) 1:14.026
2 Sebastian Vettel (Red Bull) 1:14.300
3 Mark Webber (Red Bull)  1:14.523
4 Felipe Massa (Ferrari)  1:14.553
5 Fernando Alonso (Ferrari)  1:14.592

Prove libere 3

1 Jenson Button (McLaren)  1:13.188
2 Sebastian Vettel (Red Bull) 1:13.245
3 Mark Webber (Red Bull)  1:13.385
4 Lewis Hamilton (McLaren) 1:13.389
5 Romain Grosjean (Lotus)  1:13.420

Qualifiche

1 Lewis Hamilton (McLaren) 1:12.458
2 Jenson Button (McLaren)  1:12.513
3 Mark Webber (Red Bull)  1:12.581
4 Sebastian Vettel (Red Bull) 1:12.760
5 Felipe Massa (Ferrari)  1:12.987

Gara

1 Jenson Button (McLaren)  1:45:22.656
2 Fernando Alonso (Ferrari)  + 2,7 sec
3 Felipe Massa (Ferrari)   + 3,6 sec
4 Mark Webber (Red Bull)   + 4,9 sec
5 Nico Hülkenberg (Force India)  + 5,7 sec

Le classifiche dopo il GP

Classifica Mondiale Piloti

1 SEBASTIAN VETTEL (RED BULL) 281 PUNTI (CAMPIONE DEL MONDO)
2 Fernando Alonso (Ferrari)   278 punti
3 Kimi Räikkönen (Lotus)   207 punti
4 Lewis Hamilton (McLaren)  190 punti
5 Jenson Button (McLaren)   188 punti

Classifica Mondiale Costruttori

1 RED BULL-RENAULT   460 PUNTI (CAMPIONE DEL MONDO)
2 Ferrari      400 punti
3 McLaren-Mercedes    378 punti
4 Lotus-Renault     303 punti
5 Mercedes      142 punti

Mondiale F1 2012 - Il punto dopo il GP del Brasile: Button dominatore, Vettel iridato

L'opinione dei lettori