• pubblicato il 05-03-2012

Mondiale F1 2012 - Il nostro pronostico

di Marco Coletto

Il punto della situazione dopo i test invernali.

A meno di due settimane dall'inizio del Mondiale F1 2012 (il GP d'Australia si terrà il prossimo 18 marzo) è arrivato il momento di azzardare qualche pronostico. I test invernali terminati ufficialmente ieri sono serviti a farsi un'idea della situazione, anche se non bisogna prendere per oro colato i tempi fatti registrare dalle monoposto. Ecco le nostre cinque considerazioni.

1) La Red Bull dovrebbe vincere il titolo Piloti (con Sebastian Vettel) e quello Costruttori anche quest'anno ma la superiorità sui rivali appare meno netta rispetto al passato. La RB8 ha manifestato problemi di affidabilità negli ultimi due giorni (cioè da quando ha girato in configurazione definitiva) e Mark Webber non sembra in sintonia con la vettura.

2) La Lotus dovrebbe recitare il ruolo di sorpresa ma a nostro avviso la Sauber potrebbe stupirci di più. Gli scarichi della C31 sono stati fonte di ispirazione per la Red Bull e potrebbero permettere a Sergio Pérez di ottenere prestazioni sufficientemente convincenti da meritarsi il posto di seconda guida del Cavallino nel 2013.

3) La Toro Rosso è fondamentalmente una monoposto affidabile e la seconda guida, il debuttante Jean-Éric Vergne, potrebbe dare del filo da torcere al compagno Daniel Ricciardo.

4) La Ferrari non può lottare per il podio in Australia e ci sarà da soffrire nelle prime gare. Questo è quanto hanno dichiarato Pat Fry (direttore tecnico della Rossa) e Fernando Alonso. Pretattica? Speriamo. Anche se la F2012, indipendentemente dai tempi, si è dimostrata meno in forma di Mercedes e McLaren.

5) L'obiettivo fissato dalla Force India per questa stagione (entrare nella "top five") sembra irrealizzabile. Tanti giri percorsi ma poca sostanza. Per la scuderia indiana si prospetta un'altra stagione priva di guizzi.

Mondiale F1 2012 - Il nostro pronostico

L'opinione dei lettori