• pubblicato il 14-11-2013

Mondiale F1 2013 - GP USA: gli orari TV

di Marco Coletto

Vettel cerca l'ottavo successo consecutivo in una gara caratterizzata dall'assenza di Räikkönen

Nonostante il Mondiale F1 2013 sia già deciso il GP degli USA presenta tanti spunti interessanti. Sebastian Vettel punta all’ottava vittoria consecutiva - sarebbe un record assoluto - in una gara caratterizzata dall’assenza di Kimi Räikkönen: il pilota finlandese salterà infatti le ultime due prove stagionali per operarsi alla schiena e il suo posto verrà preso temporaneamente dal connazionale Heikki Kovalainen.

Questa settimana ha visto anche due notizie importanti riguardanti il “mercato” piloti: il prossimo anno, infatti, Felipe Massa correrà con la Williams mentre la McLaren si affiderà ad un giovane talento danese - Kevin Magnussen (classe 1992, vincitore quest’anno della Formula Renault 3.5 e figlio dell’ex driver del Circus Jan) - che prenderà il posto di Sergio Pérez.

GP USA: cosa aspettarsi

Il GP degli USA - penultima prova del Mondiale - si disputerà per la seconda volta sul circuito di Austin. Il tracciato texano, molto apprezzato dai piloti, è contraddistinto da numerosi tratti veloci (che mettono a dura prova le monoposto) ma la parte più suggestiva è quella iniziale, caratterizzata da un rettilineo in salita.

Secondo le previsioni del tempo durante le qualifiche del sabato e la gara di domenica ci saranno nuvole. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta nel nostro pronostico sulla corsa degli USA.

F1 2013, Austin, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 15 novembre 2013

16:00-17:30 Prove libere 1 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)
20:00-21:30 Prove libere 2 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)

Sabato 16 novembre 2013

16:00-17:00 Prove libere 3 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)
19:00-20:00 Qualifiche (diretta su Rai Due e Sky Sport F1)

Domenica 17 novembre 2013

20:00 Gara (diretta su Rai Due e Sky Sport F1)

I numeri del GP degli USA

LUNGHEZZA CIRCUITO: 5,500 km
GIRI: 56
RECORD IN PROVA: Sebastian Vettel (Red Bull RB8) - 1’35”657 - 2012
RECORD IN GARA: Sebastian Vettel (Red Bull RB8) - 1’39”347 - 2012
RECORD DISTANZA: Lewis Hamilton (McLaren MP4-27) - 1h35’55”269 - 2012

GP USA 2013: il nostro pronostico

1° Sebastian Vettel (Red Bull)

Nessun pilota nella storia della F1 ha mai vinto otto GP di seguito: Sebastian Vettel ha, secondo noi, tutto quello che serve per realizzare questo record importantissimo.

Il pilota tedesco della Red Bull è in uno stato di forma impressionante, guida la monoposto più veloce del lotto e lo scorso anno su questo tracciato ha ottenuto la pole position e il secondo posto in gara. Può bastare tutto questo per considerarlo ancora una volta il favorito assoluto?

2° Fernando Alonso (Ferrari)

Il forfait di Räikkönen ha tolto a Fernando Alonso il rivale più agguerrito nella lotta al “titolo” di vicecampione del mondo: l’unico ancora in corsa per il secondo posto nel Mondiale è Hamilton.

A nostro avviso il pilota spagnolo può approfittare della crisi della Lotus e di un tracciato a lui favorevole (terzo lo scorso anno) per disputare una buona gara e per portare alla Ferrari i punti necessari per superare la Mercedes nella classifica Costruttori.

3° Felipe Massa (Ferrari)

Austin è un circuito adatto alle caratteristiche della Ferrari e Felipe Massa (quarto qui lo scorso anno) può puntare secondo noi ad un podio che manca da quasi un anno.

La settimana scorsa al Mugello i tifosi della Rossa gli hanno dimostrato tanto affetto e ha un solo modo per ripagarli chiudendo in bellezza la propria carriera con il Cavallino: terminare in “top 3” e lavorare per portare il proprio team al secondo posto tra i Costruttori.

Da tenere d’occhio: Mark Webber (Red Bull)

Mark Webber continua ad essere veloce (due secondi posti nelle ultime tre gare) ma ha perso la continuità (tre volte fuori dai punti negli ultimi cinque GP).

Il driver australiano ha già la testa altrove (alla Porsche, squadra con cui correrà il prossimo anno la 24 Ore di Le Mans) ma su questo circuito secondo noi può riscattare la delusione del 2012 (terzo in griglia e ritirato in gara per un problema all’alternatore).

La squadra da seguire: Red Bull

Una vittoria di una Red Bull guidata da Vettel negli USA rappresenterebbe uno smacco per la Ferrari visto che verrebbe battuto il record di sette successi consecutivi appartenuto a due campioni della Rossa: Alberto Ascari e Michael Schumacher.

Il Gran Premio nordamericano è l’unico - tra quelli in calendario - che manca nel palmarès della scuderia austriaca: salire sul gradino del podio qui è quindi praticamente d’obbligo per un team che ha già cannibalizzato la stagione.

Mondiale F1 2013 - GP USA: gli orari TV

L'opinione dei lettori