• pubblicato il 03-04-2014

Mondiale F1 2014 - GP Bahrein: gli orari TV

Dopo il podio di Sepang Vettel cerca qualcosa in più contro delle Mercedes apparentemente imbattibili

Il GP del Bahrein - terza prova del Mondiale F1 2014 - è un appuntamento da non perdere per gli appassionati del Circus. Oltre ad essere la prima corsa stagionale trasmessa in chiaro sulla Rai sarà anche la prima prova dell’anno a disputarsi in notturna.

Secondo gli scommettitori la gara sarà dominata - come la settimana scorsa in Malesia - dalle Mercedes guidate da Nico Rosberg e Lewis Hamilton - ma Sebastian Vettel ha avuto modo di dimostrare che lui e la Red Bull sono degli ossi duri.

GP Bahrein: cosa aspettarsi

Il circuito di Sakhir è particolarmente duro per le monoposto: i lunghi rettilinei premiano le auto veloci come quelle della Stella ma contribuiscono ad innalzare i consumi di carburante. Le brusche frenate incidono sull’usura dei freni e degli pneumatici e dovrebbero aiutare la Red Bull (la più rapida in uscita dalle curve). Il cambio sarà messo a dura prova: sul tracciato mediorientale la trasmissione è molto sollecitata.

Per la prima volta si correrà di notte su questa pista (lo start è previsto tre minuti dopo il tramonto): una buona notizia per i piloti, costretti gli scorsi anni a dover gestire temperature elevate. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta del nostro pronostico sulla gara del Bahrein.

F1 2014, Sakhir, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 4 aprile 2014

13:00-14:30 Prove libere 1 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)
17:00-18:30 Prove libere 2 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)

Sabato 5 aprile 2014

14:00-15:00 Prove libere 3 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)
17:00-18:00 Qualifiche (diretta Sky Sport F1 e Rai 2)

Domenica 6 aprile 2014

17:00  Gara (diretta Sky Sport F1 e Rai 1)

I numeri del GP del Bahrein 2014

LUNGHEZZA: 5,412 km
GIRI: 49
RECORD IN PROVA: Fernando Alonso (Renault R25) - 1’29”848 - 2005
RECORD IN GARA: Pedro de la Rosa (McLaren MP4-20) - 1’31”447 - 2005
RECORD DISTANZA: Fernando Alonso (Renault R25) - 1h29’18”531 - 2005

GP Bahrein 2014: il nostro pronostico

1° Sebastian Vettel (Red Bull)

Sebastian Vettel ha dimostrato in Malesia di essere rinato e in Bahrein può tentare il colpaccio. Ha vinto le ultime due edizioni del GP mediorientale e da quando corre per la Red Bull non ha mai terminato le qualifiche sotto la “top 3”.

La Mercedes sembra imbattibile ma tutto può succedere su un tracciato in cui l’affidabilità conterà tantissimo. Specialmente con una Red Bull imbattibile alla voce "trazione".

2° Fernando Alonso (Ferrari)

La Ferrari non è ancora competitiva come la Mercedes ma Fernando Alonso vuole dimostrare per l’ennesima volta che il suo talento alla guida può compensare le carenze prestazionali.

Il driver spagnolo non sale sul podio dalla scorsa stagione ma quest’anno ha già portato a casa due quarti posti al volante di una vettura che per il momento non può ambire a niente di meglio. Scommettiamo che stavolta lo vedremo nelle prime tre posizioni?

3° Nico Rosberg (Mercedes)

Nico Rosberg è stato letteralmente surclassato dal compagno Hamilton in Malesia e ha tanta voglia di riscatto su una pista dove ha ottenuto la pole position lo scorso anno. Oggettivamente il driver tedesco è più lento del campione del mondo 2008 ma si tratta di un fattore che conta poco in una F1 che premia la guida pulita.

L’attuale leader del Mondiale conserverà quasi sicuramente la vetta del campionato dopo questa gara (impossibile ipotizzare per lui un piazzamento diverso dalla “top 3”) ma secondo noi riuscirà addirittura ad incrementare il vantaggio in classifica su Lewis.

Da tenere d’occhio: Lewis Hamilton (Mercedes)

Come abbiamo visto una settimana fa quando Lewis Hamilton è in forma non ce n’è per nessuno. Non sempre, però, il pilota britannico è al massimo della condizione, così come non è detto che la sua Mercedes riesca a terminare la gara senza noie come in Malesia.

Non ha mai vinto in Bahrein e non sale sul podio in questa corsa da ben quattro anni. E se fosse lui la sorpresa negativa di questo weekend?

La squadra da seguire: Mercedes

Approfittare della superiorità mostrata nelle prime gare della stagione per vivere di rendita più avanti, quando le rivali (chi ha detto Red Bull?) si faranno più pericolose. Questo è l’obiettivo primaverile della Mercedes e nulla sembra fermare il team tedesco.

Il circuito di Sakhir, tuttavia, sembra meno adatto di quello di Sepang a mettere in risalto le doti della monoposto teutonica: i lunghi rettilinei consentiranno a Rosberg e Hamilton di rifilare distacchi abissali ai rivali ma le componenti meccaniche - che saranno particolarmente sollecitate - non sembrano così solide e l'aerodinamica è meno curata di quella della Red Bull.

Mondiale F1 2014 - GP Bahrein: gli orari TV

L'opinione dei lettori