• pubblicato il 18-09-2014

Mondiale F1 2014 - GP Singapore: gli orari TV

Vettel e la Red Bull cercano la quarta vittoria consecutiva sul tracciato asiatico

Sebastian Vettel è ancora in forma? Lo scopriremo molto probabilmente al GP di Singapore, quattordicesima tappa del Mondiale F1 2014. Il circuito asiatico è uno dei preferiti del pilota tedesco della Red Bull (ha trionfato qui nelle ultime tre edizioni), che approfitterà delle condizioni climatiche sfavorevoli (pioggia abbondante prevista per tutto il weekend) per cercare il primo successo stagionale.

Tra i vari motivi d’interesse di questa gara segnaliamo anche il divieto delle comunicazioni radio strategiche: durante le prove libere, le qualifiche e la gara i team che segnaleranno ai piloti dati relativi al funzionamento della vettura saranno penalizzati. Le uniche informazioni concesse saranno quelle riguardanti la sicurezza, gli ordini di scuderia, i tempi dei pit-stop e il traffico in pista.

GP Singapore: cosa aspettarsi

Sul circuito cittadino di Marina Bay, situato nella parte meridionale di Singapore e molto simile come impostazione a quello di Monte Carlo, si corre in notturna: la pista, illuminata da 1.500 riflettori, è quella con più curve del Mondiale F1 (23) e le sue caratteristiche mettono a dura prova il modulo ibrido.

La Red Bull non è la favorita - la Mercedes resta sempre un gradino sopra - ma può essere la sorpresa: la monoposto austriaca e il motore Renault hanno infatti sempre mostrato ottime cose sui tracciati lenti. Sarà fondamentale partire dalla pole position: negli ultimi cinque anni solo un pilota (Vettel nel 2012, terzo in griglia) ha tagliato per primo il traguardo senza aver fatto registrare il giro più veloce nella giornata di sabato. Di seguito troverete il calendario della gara con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta del nostro pronostico sulla corsa.

F1 2014, Marina Bay, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 19 settembre 2014

12:00-13:30 Prove libere 1 (diretta SkySport F1 e RaiSport 1)
15:30-17:00 Prove libere 2 (diretta SkySport F1 e RaiSport 1)

Sabato 20 settembre 2014

12:00-13:00 Prove libere 3 (diretta SkySport F1 e RaiSport 1)
15:00  Qualifiche (diretta SkySport F1 e Rai 2)

Domenica 21 settembre 2014

14:00  Gara (diretta SkySport F1 e Rai 1)

I numeri del GP di Singapore 2014

LUNGHEZZA CIRCUITO: 5,073 km
GIRI: 61
RECORD IN PROVA: Sebastian Vettel (Red Bull RB9) - 1’42”841 - 2013
RECORD IN GARA: Sebastian Vettel (Red Bull RB9) - 1’48”574 - 2013
RECORD DISTANZA: Sebastian Vettel (Red Bull RB9) - 1h59’13”132 - 2013

Il pronostico del GP di Singapore 2014

1° Sebastian Vettel (Red Bull)

Sebastian Vettel è in crisi ma è davvero impossibile non considerarlo come favorito visto che è salito sul gradino più alto del podio di Singapore per tre volte nelle ultime tre edizioni e che non ha mai terminato una gara qui fuori dalla “top 5”.

La sua Red Bull è adatta a questo circuito e la forte pioggia potrebbe azzerare il divario prestazionale che ancora separa la monoposto austriaca dalle Mercedes: il suo primo rivale, però, sarà il compagno Ricciardo.

2° Lewis Hamilton (Mercedes)

A Singapore Lewis Hamilton ha conquistato due pole position e una vittoria (nel lontano 2009), in griglia si è sempre piazzato in “top 5” e anche in gara ha terminato sempre tra i primi cinque tutte le volte che è riuscito a transitare sotto la bandiera a scacchi.

Più talentuoso sul bagnato del compagno Rosberg e più veloce sui tracciati tecnici, approfitterà secondo noi di questa situazione favorevole per rosicchiare altri punti al proprio coèquipier.

3° Fernando Alonso (Ferrari)

Fernando Alonso apprezza molto Singapore: ha già vinto qui due volte e ha sempre terminato la corsa, oltretutto non scendendo mai sotto la quinta posizione.

Non sale su un podio da quasi due mesi e ha un disperato bisogno di tornarci: per riacquistare morale e per dimostrare al mondo che con il talento anche con una vettura poco riuscita si possono ottenere buoni risultati.

Da tenere d’occhio: Nico Rosberg (Mercedes)

Nico Rosberg fuori dal podio? Probabile. Il pilota tedesco non ama questo circuito (un secondo posto al debutto nel 2008 e poi poca roba) e anche sotto la pioggia si sente a disagio.

Secondo noi correrà con il freno a mano tirato, rischierà poco e si preoccuperà esclusivamente di portare al traguardo la propria monoposto conquistando più punti possibili.

La squadra da seguire: Mercedes

Sarà molto interessante vedere i piloti Mercedes a Singapore lottare tra loro senza le indicazioni radio. Hamilton pare molto più in forma di Rosberg e questo inciderà molto sui prossimi GP.

La monoposto della Stella e i suoi driver hanno il Mondiale in tasca: ora il team tedesco deve solo evitare di perderlo con stupidaggini. A nostro avviso non si verificheranno più.

Mondiale F1 2014 - GP Singapore: gli orari TV

L'opinione dei lettori