• pubblicato il 21-07-2016

Mondiale F1 2016 - GP Ungheria a Budapest, gli orari TV su Rai e Sky

Hamilton cerca la quinta vittoria all'Hungaroring

Il GP d’Ungheria - undicesima tappa del Mondiale F1 2016 - si disputerà, come da 30 anni a questa parte, a Budapest sul circuito dell’Hungaroring e sarà tramesso in diretta da Rai e Sky (di seguito troverete gli orari TV).

Lewis Hamilton vuole approfittare di una pista da lui molto amata (quattro successi in carriera) per sorpassare in classifica il compagno Nico Rosberg ma dovrà fare attenzione alle Red Bull, piuttosto dotate sui tracciati lenti.

F1 2016 - GP Ungheria a Budapest: cosa aspettarsi

Il circuito dell’Hungaroring a Budapest - sede del GP d’Ungheria - è il più noioso tra quelli presenti nel calendario del Mondiale F1 2016. Stretto e con poche possibilità di sorpasso, privilegia le monoposto adatte alle piste lente (come ad esempio la Red Bull) e i piloti più “gentili” con gli pneumatici.

Si dice che partire dalla pole position qui sia importante ma in realtà la cosa fondamentale è fare delle buone qualifiche: dal 2007 a oggi ha sempre vinto un pilota scattato dalle prime due file e solo Hamilton è riuscito a trionfare da queste parti dopo aver ottenuto il miglior tempo il sabato. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio di F1, gli orari TV su Rai e Sky e il nostro pronostico.

F1 2016 - Budapest, il calendario e gli orari TV su Rai e Sky

Venerdì 22 luglio 2016

10:00 Prove libere 1 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)
14:00 Prove libere 2 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)

Sabato 23 luglio 2016

11:00 Prove libere 3 (diretta su Rai Sport 1 e Sky Sport F1)
14:00 Qualifiche (diretta su Rai 1 e Sky Sport F1)

Domenica 24 luglio 2016

14:00 Gara (diretta su Rai 1 e Sky Sport F1)

F1 - I numeri del GP d’Ungheria 2016

LUNGHEZZA CIRCUITO: 4.381 m
GIRI: 70

RECORD IN PROVA: Rubens Barrichello (Ferrari F2004) - 1’18”436 - 2004
RECORD IN GARA: Michael Schumacher (Ferrari F2004) - 1’19”071 - 2004
RECORD DISTANZA: Michael Schumacher (Ferrari F2004) - 1h35’26”131 - 2004

F1 - Il pronostico del GP d’Ungheria 2016

1° Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton ama molto il GP d’Ungheria: quattro vittorie, cinque podi totali e cinque pole position (tre nelle ultime quattro edizioni) in nove partecipazioni.

A nostro avviso all’Hungaroring riuscirà a superare nel Mondiale F1 2016 il compagno Rosberg. È reduce da quattro successi negli ultimi cinque GP ma c’è una piccola maledizione che lo perseguita: tutte le volte che è salito sul gradino più alto del podio di Budapest non ha mai vinto il titolo…

Sebastian Vettel (Ferrari)

Una vittoria (lo scorso anno), quattro podi e due pole: è questo il palmarès di Sebastian Vettel nel GP d’Ungheria. Il pilota tedesco, oltretutto, ha sempre fatto vedere cose eccezionali in qualifica da queste parti: sempre partito in “top 3” dal 2009 a oggi.

Per la prima volta da quando corre per la Ferrari è a secco di piazzamenti in “top 5” da due GP consecutivi: un podio qui - ampiamente alla sua portata - lo aiuterebbe a fargli superare il momento di crisi nel Mondiale F1 2016.

Daniel Ricciardo (Red Bull)

La pista dell’Hungaroring è adatta alle caratteristiche della Red Bull e secondo noi sarà Daniel Ricciardo - più di Verstappen (più bravo sui circuiti meno tortuosi) - a fare il colpaccio nel GP d’Ungheria.

Il pilota australiano ha vinto qui nel 2014 e da quando gareggia con la scuderia austriaca è sempre scattato dalla seconda fila: non centra il podio da Monte Carlo ma secondo noi stavolta riuscirà a terminare in “top 3” la corsa.

Da tenere d’occhio: Nico Rosberg (Mercedes)

Nico Rosberg non ama l’Ungheria: una pole e due quarti posti come migliori piazzamenti. Secondo noi cercherà di limitare i danni e di terminare in “top 5”.

Ha solo un punto di vantaggio su Hamilton e ci sono tantissime possibilità di vederlo dietro al compagno nel Mondiale F1 2016 al termine della corsa dell’Hungaroring.

La squadra da seguire: Mercedes

Dal 2014 - anno dell’inizio del dominio in F1 - la Mercedes ha vinto tutti i GP presenti in calendario tranne quello d’Ungheria.

Il successo a Budapest manca alle frecce d’argento dal 2013: le tre pole position consecutive unite alla prima fila monopolizzata lo scorso anno fanno capire che le monoposto teutoniche nell’ultimo biennio hanno ottenuto all’Hungaroring meno di quanto avrebbero meritato.

Mondiale F1 2016 - GP Ungheria a Budapest, gli orari TV su Rai e Sky

L'opinione dei lettori