Sport

Bamber, Bernhard e Hartley: chi sono i vincitori della 24 Ore di Le Mans 2017

Earl Bamber, Timo Bernhard e Brendon Hartley: alla scoperta dei vincitori della 24 Ore di Le Mans 2017

Earl Bamber, Timo Bernhard e Brendon Hartley: sono questi i tre piloti – due neozelandesi e un tedesco – che al volante della Porsche si sono aggiudicati la 24 Ore di Le Mans 2017.

Bamber e Bernhard hanno conquistato domenica scorsa il secondo successo in carriera nella gara endurance più famosa del mondo mentre per Hartley si tratta della prima vittoria assoluta. Scopriamo insieme la loro storia.

Porsche LMP Team: Earl Bamber
Credits: Porsche LMP Team: Earl Bamber

Earl Bamber, la storia del vincitore della 24 Ore di Le Mans 2017

Earl Bamber – nato il 9 luglio 1990 a Whanganui (Nuova Zelanda) – è il pilota più giovane dell’equipaggio Porsche vincitore della 24 Ore di Le Mans 2017.

Dopo numerosi successi con i kart a livello locale, conquista nel 2006 il campionato asiatico di Formula BMW in un’edizione che vede al terzo posto un certo Daniel Ricciardo e due anni più tardi è vicecampione nelle Toyota Racing Series e nella serie asiatica Formula V6.

Earl Bamber nel 2010 arriva nuovamente secondo nelle Toyota Racing Series ma la svolta nella carriera arriva grazie a Porsche: due Carrera Cup Asia consecutive nel 2013 e nel 2014 e trionfo nella Supercup Porsche 2014. Nel 2015 conquista la prima 24 Ore di Le Mans in carriera con il tedesco Nico Hülkenberg e il britannico Nick Tandy e si ripete nel 2017 con il connazionale Brendon Hartley e con il teutonico Timo Bernhard.

Porsche LMP Team: Timo Bernhard
Credits: Porsche LMP Team: Timo Bernhard

Timo Bernhard, la storia del vincitore della 24 Ore di Le Mans 2017

Timo Bernhard – nato il 24 febbraio 1981 a Homburg (Germania) – è il pilota più anziano tra quelli che hanno vinto la 24 Ore di Le Mans 2017 con la Porsche.

Dopo essersi laureato campione tedesco junior con i kart a 14 anni passa alle monoposto di Formula Ford ma ottiene le prime soddisfazioni con le ruote coperte conquistando nel 2001 la Porsche Carrera Cup tedesca.

Timo Bernhard si specializza nelle gare endurance e ottiene i primi successi importanti nel 2004 con la conquista della American Le Mans Series nella classe GT e tre anni più tardi si ripete con le LMP2.

Il primo successo alla 24 Ore di Le Mans arriva nel 2010 con l’Audi in un equipaggio composto dal connazionale Mike Rockenfeller e dal francese Romain Dumas mentre risale al 2015 il Mondiale endurance WEC conquistato al volante della Porsche insieme al neozelandese Brendon Hartley e all’australiano Mark Webber. Nel 2017 il driver teutonico si aggiudica per la seconda volta in carriera la 24 Ore di Le Mans insieme ai neozelandesi Hartley e Earl Bamber.

Porsche LMP Team: Brendon Hartley
Credits: Porsche LMP Team: Brendon Hartley

Brendon Hartley, la storia del vincitore della 24 Ore di Le Mans 2017

Brendon Hartley – nato il 10 novembre 1989 a Palmerston North (Nuova Zelanda) – è l’unico pilota dell’equipaggio Porsche vincitore della 24 Ore di Le Mans 2017 a non aver già trionfato in passato nella prestigiosa gara endurance francese.

Il driver oceanico inizia a farsi notare nelle corse locali ma la svolta arriva nel 2007 con la conquista del campionato europeo Formula Renault 2.0 in un’edizione che vede al terzo posto il francese Charles Pic e con la terza piazza nella serie italiana dietro allo spagnolo Jaime Alguersuari.

Brendon Hartley continua a correre con le monoposto portando a casa nel 2008 con le F3 un terzo posto nel campionato britannico (vinto da Alguersuari) e nel GP di Macao ma dopo alcune stagioni deludenti passa alle ruote coperte diventando campione del mondo endurance WEC nel 2015 insieme al tedesco Timo Bernhard e all’australiano Mark Webber. Dopo il secondo posto nel 2015 Brendon conquista la 24 Ore di Le Mans nel 2017 insieme al connazionale Earl Bamber e a Bernhard.