• pubblicato il 26-06-2012

Casey Stoner e la MotoGP, la biografia: dall'Aprilia alla Honda, passando per Ducati

di Francesco Irace

Ha vinto due titoli mondiali in MotoGP all'esordio con Ducati e Honda

Il 17 maggio a Le Mans – quarta tappa della MotoGP 2012ha dichiarato di voler lasciare il mondo delle corse. Casey Stoner nella stessa giornata ha dato vita ad un entusiasmante duello con Valentino Rossi (capitolo isolato), ma non per questo ha cambiato idea.

Correre non gli dà più stimoli, non sente più passione in ciò che fa. A Silverstone, intanto, è arrivato secondo e nella classifica piloti insegue Lorenzo (+20). Sarà un caso ma da quanto ha ufficializzato il suo addio, Stoner non ha più vinto. Questione di motivazioni? Chissà...

Chi è Casey Stoner

Casey Stoner è nato a Southport il 16 ottobre 1985. Ha iniziato a correre da bambino nei Dirt e Short Track in Australia, vincendo 41 titoli nelle cilindrate 50 e 125. Nel 2000 il challange Aprilia 125 e la stagione successiva partecipa al campionato inglese. Nello stesso anno pero' fa il suo esordio nel Motomondiale disputando due corse nella Classe 125: e torna a casa con un contratto stipulato con Lucio Cecchinello per l'anno successivo.

Il balletto tra Classe 125 e Classe 250

La sua moto è un'Aprilia e la Classe è la 250. Raggiunge il 12° posto finale, con miglior piazzamento (5° posto) in Repubblica Ceca. Nel 2003 torna in 125, sempre con Cecchinello, e termina la stagione all'8° posto.Nel 2004 con KTM finisce 5°, ma l'anno successivo fa il suo ritorno in Aprilia (RSA 250) concludendo la stagione al secondo posto della classifica mondiale dietro a Dani Pedrosa, guadagnando 5 vittorie.

Il debutto in MotoGP

Nel 2006 Casey Stoner debutta in MotoGP su una Honda RC211V del team LCR di Lucio Cecchinello. La sua non è un'annata facile, complice anche una serie di cadute, e finisce all'8° posto. Nel 2007 passa in Ducati, al fianco di Loris Capirossi. In Qatar Casey vince la sua prima gara nella classe MotoGP, e a Montegi si laurea campione del mondo con 3 gare d'anticipo; all'età di 21 anni e 342 giorni.

Nel 2008 partecipa ancora alla MotoGP in sella alla Ducati, ma questa volta con Marco Melandri compagno di squadra. Vince al primo appuntamento ma poi incappa in una serie di risultati negativi. Una frattura allo scafoide gli dà un po' di noie; il mondiale va a Valentino Rossi.

Nel 2009 inizia, come al solito, con una vittoria. Al Mugello trionfa e regala alla Ducati la prima vittoria in assoluto sul circuito di casa. Poi il malore: non partecipa a tre gran premi per problemi di stanchezza. Termina la stagione al 4° posto.

Il 2010 inizia male, con una caduta a Losail che lo mette fuori dai giochi. Alterna cadute a vittorie e podi, e conclude al 4° posto.

Passaggio alla Honda

Nel 2011 il pilota australiano passa alla Honda HRC. Pole e vittoria nella prima gara in Qatar. Mette in cassaforte una serie di successi in qualifica e in gara, prima di laurearsi per la seconda volta campione del mondo con due gare ancora da disputare. E per la seconda volta vince in mondiale all'esordio con un nuovo team.

Curiosità

Casey è del segno della bilancia. Dal 2007 è sposato con Adriana, con la quale ha una splendida figlia di nome Alessandra. Ama la natura e la tranquillità. Tra qualche mese avrà chiuso con il mondo delle corse e potrà dedicarsi, come ha sempre dichiarato ultimamente, esclusivamente alla sua famiglia.  

Casey Stoner e la MotoGP, la biografia: dall'Aprilia alla Honda, passando per Ducati

L'opinione dei lettori