• pubblicato il 06-07-2012

MotoGP 2012 – Jorge Lorenzo: «Sono più motivato di prima». Valentino Rossi: «Non vado alla Honda»

di Francesco Irace

Le parole dei piloti nella consueta conferenza stampa del giovedì

Al Sachserning, ottavo appuntamento della MotoGP 2012, si accendono i motori per le prove libere. Sono ancora da verificare le condizioni meteo, che appaiono al momento incerte per tutto il week end. Intanto cresce l'attesa di vedere duellare fianco a fianco i due leader del mondiale, Stoner e Lorenzo. Ma occhio a Dovizioso, più carico che mai.

Jorge Lorenzo: «Sono più motivato di prima»

Stringerà i denti Jorge Lorenzo, che soffre per uno stiramento alla caviglia: «Dopo la caduta ho saputo dai medici che avevo uno stiramento e non riuscivo a poggiare i piedi a terra. Ora vedremo come andrà questo week end. Veniamo da un fine settimana negativo, dove non abbiamo fatto punti e abbiamo perso un motore. Ma a me piacciono le cose difficili e sono ancora più motivato».

Casey Stoner: «Abbiamo sempre fatto bene qui»

Ed è anche grazie alla caduta di Lorenzo che Stoner si ritrova ora al primo posto della classifica: «Questa pista dovrebbe essere meno faticosa di Assen. Si sta parecchio tempo in piega quindi bisogna fare attenzione ad avere sempre temperatura per poter aprire il gas senza finire a terra. Abbiamo sempre fatto bene in passato qui, nonostante sia un circuito tecnico e difficile».

Andrea Dovizioso: «Credo che riusciremo a stare con i migliori»

Ha guadagnato due podi nelle ultime tre gare e sta facendo il massimo per ottenere una promozione nella prossima stagione. Ed anche al Sachsenring, Andrea Dovizioso, sembra ottimista: «Nelle ultime tre gare siamo andati bene. Siamo veloci ma non basta, Lorenzo utilizza meglio il potenziale della moto ed è questo il nostro obiettivo. Le nostre moto sono molto simili, Yamaha ci sta dando una grande mano e credo che saremo competitivi».

Valentino Rossi: «Non ho avuto contatti con Honda HRC»

Il pilota pesarese non ha partecipato alla consueta conferenza stampa del giovedì, ma ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sportmediaset: «In Ducati dovrebbero arrivare alcune novità, abbiamo un piano importante. Non è ancora finita e ci sono delle possibilità di migliorare la situazione. Con Honda non ho avuto nessun contatto, ma per me non cambia nulla. Comunque non sarei andato nel team HRC perchè non era una possibilità«.

Stefan Bradl: «Sachsenring non è il mio circuito preferito»

Così in conferenza stampa Stefan Bradl (LCR Honda): «Arrivare qui da pilota MotoGP è qualcosa di speciale, ma significa anche che devo fare bene ed è quello che voglio fare. Non vedo l’ora di vedere il circuito in sella ad una MotoGP e l’obiettivo non è finire 10º, vogliamo fare meglio e questo crea più stress. Ad Assen sono caduto stupidamente e non mi piace parlare di queste cose, ma ho imparato la lezione. Mi piace essere qui in Germania anche se il Sachsenring non è il mio circuito preferito».

Mattia Pasini: «Spero di chiudere come miglior CRT»

La pensa diversamente Mattia Pasini: «È una grande stagione per me e una grande opportunità in MotoGP. Ci sono i migliori e non è male. Di certo la CRT non è una moto ufficiale, ma sto dando il massimo per lottare per il Campionato. Ora speriamo di fare un passo in avanti e chiudere come miglior CRT. Sachsering è una gran pista per me: ho vinto nel 2006 e sono salito varie volte sul podio in 250».

MotoGP 2012 – Jorge Lorenzo: «Sono più motivato di prima». Valentino Rossi: «Non vado alla Honda»

L'opinione dei lettori