• pubblicato il 25-10-2012

MotoGP 2012 – La gara di Phillip Island (Australia): orari TV

di Francesco Irace

Penultimo appuntamento della stagione. Riflettori puntati su Pedrosa e Lorenzo, ma occhio a Stoner

Dopo il GP di Sepang, la MotoGp 2012 vola in Australia, a Phillip Island, per il penultimo Gran Premio della stagione.

Per i piloti, dunque, giusto il tempo di fare le valige e salire su un aereo. Si va a correre sulla pista di Stoner.

Lorenzo e Pedrosa, penultimo atto. Ma occhio a Stoner, che sul circuito di casa è quasi imbattibile

Casey è il pilota di casa e negli ultimi anni ha sempre dominato sul circuito australiano.

Questa volta, più che mai, vorrà farlo per chiudere nel migliore dei modi la sua carriera nel mondo delle corse: sarà la sua ultima gara a Phillip Island, davanti al proprio pubblico. E la sua caviglia va sempre meglio. Lorenzo e Pedrosa sono avvisati.

Sì, proprio loro, i due pretendenti al titolo mondiale; quelli su cui saranno puntati i riflettori di questi ultimi due GP. Tra lo spagnolo e il majorchino ci sono ora 23 punti di distacco.

Nonostante Pedrosa viva uno stato di forma senza precedenti – reduce dalla terza vittoria consecutiva, sesta stagionale e quinta nelle ultime sei gare – a Lorenzo basterà amministrare il vantaggio per portare a casa il titolo mondiale.

Tra le altre cose anche la statistica è dalla sua parte: da quando nel 1993 è entrato in vigore l'attuale punteggio, chi si è trovato in testa alla classe regina a due gare dal termine ha sempre vinto il mondiale. Insomma, potrebbe essere considerata quasi una formalità disputare questi ultimi due GP.

Ma statistiche e pronostici a parte, pensare di avercela già' fatta per Lorenzo sarebbe sbagliato.

Proprio il fattore psicologico potrebbe giocare un brutto scherzo al pilota del team Yamaha, che a Sepang ha rischiato più di una volta di finire per terra rimettendo in discussione tutto. Gli servirà, dunque, la migliore concentrazione per disputare due buone – anche non eccellenti – gare.

Pedrosa, dal canto suo, non può far altro che dare il massimo sperando in un passo falso del rivale. Il rammarico per lo spagnolo è probabilmente quello di non essere stato molto competitivo nella prima fase della stagione (anche perché per quanto riguarda gli episodi in cui sono stati falciati dallo sventurato di turno, Lorenzo e Pedrosa sono pari).

Dovizioso non molla, ma anche Valentino potrebbe far benino

Scendendo dall'ipotetico podio, troviamo le Yamaha del team Tech 3 di Dovizioso e Crutchlow. Il pilota forlivese cercherà di arrivare davanti a Stoner: perché i due si giocano ancora il terzo posto della classifica piloti. Non sarà affatto un'impresa facile, ma a Sepang ha dimostrato che la sua M1 va piuttosto forte.

Crutchlow si difenderà da Bautista e Valentino Rossi. Ma al gruppetto potrebbero aggiungersi anche Bradl e Hayden. Non ci sarà invece Ben Spies, il pilota più sfortunato del 2012. L'americano, caduto nel corso del GP della Malesia, ha riportato una frattura di una costola e un problema alla spalla, per il quale è stato già operato.

Così in pista ed in TV a Phillip Island

Venerdì 26 ottobre

Italia 2

ore 01.15 – Moto3

ore 02.10 – MotoGp

ore 03.10 – Moto 2

ore 05.15 – Moto3

ore 06.10 – MotoGp

ore 07.10 – Moto 2

Sabato 27 ottobre

Italia 2

ore 01.15 – Moto3

ore 02.10 – Moto GP

ore 03.10 – Moto 2

Italia 1 e Italia 2

ore 05.00 – Moto3 – Qualifiche

ore 05.55 – Moto GP – Qualifiche

ore 07.10 – Moto 2 – Qualifiche

Domenica 28 ottobre

Italia 1 e Italia 2

ore 01.40 – Moto3 – Warm up

ore 02.10 – Moto2 – Warm up

ore 02.40 – MotoGP – Warm up

ore 03.00 – Moto3 – Gara

ore 04.20 – Moto2 – Gara

ore 06.00 – MotoGp – Gara

MotoGP 2012 – La gara di Phillip Island (Australia): orari TV

L'opinione dei lettori