• pubblicato il 14-05-2013

MotoGP 2013, a Le Mans c'è attesa per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

di Francesco Irace

Il pesarese: "Le Mans è un circuito dove ho sempre fatto molto bene". Il majorchino: "Sono ottimista, abbiamo fatto progressi importanti"

La MotoGP 2013 questo fine settimana si trasferirà a Le Mans, in Francia.

Dopo Jerez, dove le Honda hanno sovvertito tutti i pronostici dimostrandosi più competitive delle Yamaha, Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono chiamati a rispondere ai loro rivali.

Sul circuito francese, le Yamaha dovrebbero – a questo punto il condizionale è d'obbligo – essere molto a loro agio.

Jorge Lorenzo: “Siamo positivi, abbiamo capito qual è stato il nostro problema in gara”

“Le Mans è un circuito speciale e molto diverso rispetto a Jerez”, ha detto Lorenzo. “Arrivo con molta voglia e con un sacco di lavoro alle spalle grazie ai test post gara in Spagna. Abbiamo capito qual è stato il nostro maggior problema in gara e ora siamo positivi.

In Francia ho sempre fatto bene basti pensare allo scorso anno quando ho vinto sul bagnato con un distacco abissale sul secondo. Una gara perfetta, senza errori su un tracciato complicatissimo in quelle condizioni. È una pista favorevole a me e alla M1”.

Valentino Rossi: “ Le Mans è un buon tracciato per me, sono andato a podio negli ultimi due anni”

Buone sensazioni anche per Rossi, alla ricerca di più continuità nelle prime posizioni. “Le Mans è un buon tracciato per me, sono salito sul podio qui anche negli ultimi due anni, sull’asciutto e sul bagnato. Speriamo di fare bene anche con Yamaha, perché è una pista ottima per la M1.

Ovviamente il clima sarà fondamentale a Le Mans, potrebbe essere freddo e bagnato, quindi aspettiamo e vediamo. Lavoreremo come sempre al massimo e poi vedremo”.

Sia Jorge Lorenzo che Valentino Rossi correranno questo fine settimana con un logo speciale che renderà omaggio alla leggenda Yamaha Jean Claude Olivier, che ha perso la vita in un incidente all’inizio di quest’anno.  

MotoGP 2013, a Le Mans c'è attesa per Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

L'opinione dei lettori