• pubblicato il 08-08-2013

MotoGP 2013 - Stoner, test conclusi. No a wildcard quest'anno

di Francesco Irace

“È stata una grande soddisfazione ma questo non cambia le cose riguardo a possibili wildcard”

I test della MotoGP 2013 a Motegi si sono conclusi ieri.

Casey Stoner ha dovuto fare i conti con il maltempo, che ha fortemente condizionato il primo giorno di prove. Ma ha poi avuto pista libera nel secondo giorno, quando è riuscito ad accumulare ben 47 giri completando il programma stilato da HRC.

L'ex pilota australiano ha iniziato a girare prima con la Honda attuale di Marquez e Pedrosa, per poi passare successivamente al prototipo con cui il team Repsol correrà nella prossima stagione.

“È stata una grande soddisfazione ma questo non cambia le cose riguardo a possibili wildcard”

Forti emozioni, dopo tanto digiuno. Ma non cambiano le sue intenzioni. "Fortunatamente il tempo è migliorato parecchio, oggi faceva caldissimo e abbian potato lavorare sul nostro programma di test – ha dichiarato Stoner –.

È stata una giornata produttiva, fortunatamente il piano non era eccessivamente ampio quindi siamo riusciti a portare a termine gran parte del lavoro.

Tornare su questa moto nove mesi dopo è stata una grande soddisfazione e sono contento di come è andato il test, ma questo non cambia le cose riguardo a possibili wildcard, non è una cosa che ho in mente di fare".

“Ci saranno altri test con Casey”

Nessuna wildcard, ma continuerà ad aiutare il team nello sviluppo della moto. Parola di Shuhei Nakamoto, Vice presidente esecutivo di HRC: "In questi due giorni Casey ci ha dato parecchie idee per lo sviluppo della moto.

Di conseguenza speriamo di poter aumentare il nostro ritmo di sviluppo con la speranza di portare anni di vittorie nel campionato. Ci siamo concentrati solo sulla RC213V, ma ci saranno altri test per Casey per la MotoGP Production bike".

MotoGP 2013 - Stoner, test conclusi. No a wildcard quest'anno

L'opinione dei lettori