• pubblicato il 03-02-2014

MotoGP 2014, al via i test a Sepang

di Francesco Irace

Loris Capirossi: "Credo che sarà una lotta a due tra Marquez e Lorenzo. Valentino può far bene"

La stagione MotoGP 2014 è ufficialmente iniziata. I motori sono già accesi, tra poche ore si parte.

Circuito: Sepang. I primi test della nuova stagione sono al via e tutti i piloti saranno presenti all’appello.

I temi caldi di questa pre-season vertono sulla dualità tra le ufficiali 'Factory' e le Production Racer 'Open', che di fatto decretano la scomparsa delle CRT.

Saranno tre le giornate a disposizione dei piloti per testare le proprie moto in vista della prima gara stagionale in programma in Qatar il 23 marzo.

Il programma completo dei test pre-season MotoGP 2014

04-06 febbraio : Sepang 1

26-28 febbraio : Sepang 2

03-05 marzo : Phillip Island (pneumatici)

07-09 marzo : Losail

Loris Capirossi: "Credo che sarà una lotta a due tra Marquez e Lorenzo. Valentino può far bene"

Capirossi - Non hai i permessi sufficienti per vedere quest'oggetto.

Nel frattempo l’ex campione del mondo e attuale commentatore per Sky (al fianco di Sanchini) della MotoGP 2014, Loris Capirossi, ha rilasciato alcune dichiarazioni al portale motogp.com.

Cosa dovremmo aspettarci dai primi test di Sepang? Si prenderanno solo le prime misure o potremmo già assistere ai primi verdetti?

Secondo me il primo test servirà per sgrossare la ruggine dell’inverno, si vedrà cosa accadrà con le nuove moto, sarà un test rivolto soprattutto a capire i valori che ci saranno in campo.

Sarà interessante vedere in azione le Honda con la RCV 1000R e la Yamaha con la FTR. I piloti riprenderanno il feeling con la moto, mentre nei tre giorni successivi (leggi Sepang 2) saranno più importanti.

Honda e Yamaha sono le vere forze del Campionato. Cosa manca ancora alla Ducati per tornare a vincere?

Loro stanno rifacendo tutto da capo. Purtroppo la moto dello scorso anno non era competitiva e la opportunità di aver una centralina Dorna, con più motore da sfruttare rispetto a Honda e Yamaha, con più litri di carburante a disposizione sarà sicuramente un vantaggio e avranno in tal modo la possibilità di avvicinarsi ulteriormente.

Sarà comunque un anno in salita per loro, tutt’altro che facile. (ad oggi, secondo la entry list provvisoria, la Ducati correrà con tre moto Factory e una Open)

Come vedi quest’anno gli italiani? Che percentuale di vittoria hanno?

Noi abbiamo tanti piloti forti, che hanno delle qualità per poter far bene. Molti di loro hanno cambiato categoria o squadra, hanno ottenuto una moto più performante (leggi KTM nella Moto3), sicuramente abbiamo molte più chance di quanto ne abbiamo avute nel 2013. Quest’anno i ragazzi ci daranno delle belle soddisfazioni.

Nella categoria cadetta Moto3, i riflettori sono puntati tutti sul team Sky VR46 con due giovani leoni e una tua vecchia conoscenza (Vitto Guasreschi, ndr). Si metteranno subito in luce?

Possono e devono assolutamente stare davanti! Hanno una squadra di ottimo livello, i piloti sono molto competitivi e spero sinceramente di vederli lottare sin dalla prima gara.

La Moto2 sarà orfana di Esparagarò e Redding (passati alla classe regina), ma acquista il Campione in carica Maverick Viñales. Sarà una lotta tutta spagnola con Salom e Rabat?

E’ sempre stata una categoria molto equilibrata, lo sarà anche nel 2014. Lo scorso anno ha visto primeggiare Espargarò con Redding molto vicino, si sono giocati il Campionato fino all’ultima gara. Le moto sono più o meno simili, sarà una bella sfida da seguire.

Il tuo pronostico sulla MotoGP: Marquez riuscirà a confermarsi o Lorenzo si riprenderà il titolo? Sarà l’anno della verità per Rossi e Pedrosa?

Marquez parte favorito, essendo Campione del Mondo. Lorenzo però sarà molto vicino: se la giocheranno loro due. Anche Pedrosa potrebbe rientrare nella lotta, é comunque sempre veloce; senza dubbio loro tre sono i pretendenti al titolo.

Valentino li sta osservando e secondo me e in questa stagione, con un anno di esperienza in più sulle spalle, potrà inserirsi nel gruppo dei migliori.

A che spettacolo assisteremo nella classe regina con l’introduzione delle ‘Open’? Riusciranno a stare più vicine alle Factory di quanto non abbiano fatto le CRT?

Assolutamente si. Siamo riusciti a far un regolamento “ad hoc”, avranno a disposizione più litri di carburante e pneumatici più morbidi. Nelle qualifiche saranno molto vicine e talvolta anche davanti alle moto ufficiali. In gara sarà un po' più difficile, ma staremo a vedere.

MotoGP 2014, al via i test a Sepang

L'opinione dei lettori