Valentino Rossi
  • pubblicato il 25-10-2015

MotoGP 2015 - Valentino Rossi: "Non volevo farlo cadere, mi ha sfinito"

di Francesco Irace

Le parole di Valentino Rossi dopo la gara ai microfoni di Sky

Valentino Rossi parla ai microfoni di Sky dopo il penultimo appuntamento della MotoGP 2015.

"Mi ha portato allo sfinimento"

“Quello che è successo ha dimostrato che avevo ragione qualche giorno fa. Per quanto riguarda l’incidente, non volevo farlo cadere, volevo solo portarlo fuori traiettoria, mi ha portato allo sfinimento.

 "Non volevo farlo cadere"

Non gli ho dato un calcio, ci mancherebbe. Quando sono andato largo lui ha cercato di curvare, mi ha toccato con il manubrio sulla gamba e io ho perso la pedana. E lui cade prima ancora che io perdo la pedana, quando mi tocca con la mano destra. Non volevo farlo cadere.

Volevo solo cercare di dirgli 'dai basta'. Il mio non è stato un fallo di reazione, volevo solo rallentarlo e credo che dalle immagini si vede bene. È un epilogo molto brutto.

"Volevo lottare con Lorenzo"

Sarebbe stato bello lottare con Lorenzo, ma Marquez ha deciso di mettersi in mezzo e credo che abbia fatto una bruttissima figura. In Australia Marquez era stato un po' più tranquillo, qui ha fatto cose di proposito per ostacolarmi: in frenata, in mezzo alla curva, anche in rettilineo.

"Ha vinto Marquez, è riuscito nel suo intento"

È stata la prova che giovedì avevo ragione. Con questa sanzione ha vinto Marquez. Il suo piano è andato a buon fine. Non credo sia giusta, soprattutto perché non volevo farlo cadere, volevo solo fargli capire che non ne potevo più".

MotoGP 2015 - Valentino Rossi: "Non volevo farlo cadere, mi ha sfinito"

L'opinione dei lettori