MotoGP 2015
  • pubblicato il 22-10-2015

MotoGP 2015, una conferenza stampa tutt'altro che noiosa...

di Francesco Irace

I piloti si stuzzicano in vista della penultima gara del motomondiale

È stata una conferenza stampa tutt'altro che noiosa quella dei piloti della MotoGP 2015 in Malesia. I piloti si sono punzecchiati e la pressione cresce in vista della penultima gara della stagione. 

“Sarà una gara importante quella di domenica. Vedo le ultime due gare come un solo match, diviso in due tempi, come accade nel calcio. Mi è sempre piaciuto il tracciato e ho fatto sempre buone gare, ma ogni stagione è una stagione a sé.

Siamo a due gare dalla fine con solo 11 punti di vantaggio. Sarà difficile, ma sarà anche une bella battaglia da seguire. Sarà importante trovare subito il passo giusto senza perdere tempo”, ha detto Valentino Rossi in conferenza stampa. 

Vale contro Marquez

Il dottore però ha stuzzicato anche Marc Marquez: “È chiaro che in Australia, rivedendo la gara, Lorenzo ha avuto un alleato in Marc Marquez”.

La risposta è arrivata secca da Jorge Lorenzo: “Si è vero, Marc mi ha aiutato, soprattutto all’ultimo giro…”, ha detto in modo ironico, facendo notare come Marquez all’ultimo giro sia andato a vincere togliendogli ben 5 punti.

Tuttavia anche Andrea Iannone ha specificato “Marquez ha giocato un po’ con noi durante la gara di Phillip Island”. Il diretto interessato ha poi cercato, non senza imbarazzo, di spiegare di aver fatto solo la sua gara senza fare calcoli. 

Al termine della conferenza stampa poi Valentino Rossi ha ulteriormente spiegato le ragioni delle sue "accuse": "Durante la gara io e Marc stavamo andando a prendere Lorenzo, ma a un certo punto ho avuto la sensazione che lui non volesse il ricongiungimento.

Se il suo obiettivo era vincere continuava a spingere e io me la sarei giocata con Jorge, invece ha cambiato strategia. Dico solo che i piloti che non si giocano il mondiale devono usare lo stesso fair play con tutti"

C'è però da dire allo stesso tempo che se Marquez avesse voluto aiutare realmente Lorenzo non lo avrebbe sorpassato all'ultimo giro.

Dunque, chissà che queste "accuse" di Valentino non rappresentino una strategia per aumentare la pressione o un messaggio per il futuro (queste ultime due gare) a chi non si gioca il mondiale.

Lorenzo suona la carica

“Veniamo qui molto carichi, possiamo ancora vincere il mondiale. Staremo a vedere cosa succede. Lo scorso anno non ero pronto fisicamente, ma quest’anno siamo molto in forma e abbiamo tutte le carte in regola per far bene.

Bisogna lottare anche contro le temperature che qui sono sempre molto alte. Ma siamo a posto e speriamo di recuperare punti su Valentino Rossi”, ha detto Lorenzo. 

Valentino su gli insulti a Iannone

“Dispiace quello che è successo a Iannone, che ha fatto solo la sua gara dando il massimo. Purtroppo i social network danno voce a tutti, anche a quelli parecchio stupiti, che sono tutt’altro che tifosi”, ha detto Valentino Rossi stemperando le polemiche degli ultimi giorni. 

MotoGP 2015, una conferenza stampa tutt'altro che noiosa...

L'opinione dei lettori