MotoGP

MotoGP 2015 – Pedrosa si opera di nuovo, il sostituto è Ayoama

Il pilota è tornato in Spagna e dopo un consulto con i medici di fiducia ha deciso di tornare (nuovamente) sotto i ferri

di Francesco Irace -
Daniel Pedrosa

Daniel Pedrosa ha deciso di operarsi.

Il pilota spagnolo del team Repsol Honda, che dopo la gara del Qatar della MotoGP 2015 ha notato il riacutizzarsi della sindrome compartimentale di cui soffre, è tornato in Spagna e dopo il consulto con uno staff di medici fidato ha deciso di sottoporsi a un nuovo intervento chirurgico (si era operato anche lo scorso anno dopo il GP di Jerez).

L’operazione è prevista domani mattina (3 aprile) e il recupero è stimato in quattro-sei settimane; Pedrosa salterà quindi sicuramente il round di Austin e quello in Argentina. 

Che problema ha Pedrosa?

Nello specifico il problema di cui soffre il pilota spagnolo è un accumulo di pressione dell’avambraccio che provoca un grande dolore e rende particolarmente difficile la guida quando il muscolo cresce troppo rispetto alla membrana che lo contiene. Pensava di averlo superato nel corso di questo inverno, ma nella prima gara della stagione MotoGP 2015 si è ritrovato con nuove sofferenze. 

Chi lo sostituisce?

Nei giorni successivi al GP del Qatar, sono venute fuori ipotesi suggestive su quello che sarebbe potuto essere il sostituto temporaneo di Dani (che aveva con una intervista dichiarato che in queste condizioni non avrebbe potuto continuare a correre).

Il nome di Casey Stoner è stato il più caldo, tra gli appassionati però… Perché il plota Australiano non ha alcuna intenzione di tornare a correre in MotoGP, anche se parteciperà alla 8 Ore di Suzuka.

Sarà il collaudatore HRC Hiroshi Aoyama a sostituire Pedrosa fin quando sarà necessario. 

Le parole di Daniel Pedrosa

”Ovviamente, queste non sono le notizie che avrei voluto dare”, ha detto Pedrosa. “In ogni caso, dopo aver parlato con alcuni medici esperti in cui ho fiducia, siamo tutti d’accordo che questa è l’unica opzione per me.

Mi opereranno venerdì e utilizzeranno una tecnica speciale per aiutare la ferita a chiudersi e per evitare questo problema si ripresenti ancora.

Speriamo vada tutto per il meglio. Voglio ringraziare tutti i miei fans per il loro sostegno, ma soprattutto Honda, Repsol, Red Bull e tutti i nostri sponsor per la loro comprensione in questo momento delicato”.

MotoGP

MotoGP 2015, Qatar: le pagelle

La gara sul circuito di Losail è stata straordinaria, non potevamo attenderci un inizio del motomondiale più bello

MotoGP

MotoGP 2015, Qatar - Valentino Rossi: “Una delle gare più belle della mia vita”

Il nove volte campione del mondo vince inaspettatamente il GP del Qatar e chiude in bellezza una giornata importantissima per i colori italiani impegnati nel motorsport

Ti potrebbe interessare anche

Suzuki ADDRESS, la città si fa più piccola

Triumph Speed 94 e 94R

Yamaha 03GEN-f – Yamaha 03GEN-x

Vespa, il porte aperte del 27-29 marzo

Yamaha XV950 Racer, la custom coi semimanubri