Andrea Dovizioso - MotoGP 2015
  • pubblicato il 16-03-2015

MotoGP 2015: conclusi i test, il 29 marzo inizia il mondiale

di Francesco Irace

Cosa c'è da aspettarsi dalla stagione 2015 MotoGP? Le ultime indicazioni della due giorni di test in Qatar

Si è conclusa anticipatamente la tre giorni di test in Qatar per la MotoGP 2015 a causa del maltempo che ha impedito ai piloti di scendere in pista per la terza e ultima sessione di prove; Bridgestone non ha portato gomme da bagnato perché in notturna il regolamento non prevede la possibilità di girare con l'asfalto bagnato a causa di riflessi che potrebbero condizionare la sicurezza dei piloti.

Solo due giorni di test dunque per mettere a punto le ultime cose in vista del debutto in programma proprio sulla pista di Losail tra poco meno di due settimane, il 29 marzo.

MotoGP 2015, finiti i test pre-season

La novità più eclatante venuta fuori in questi ultimi due giorni di test – ma anche nei precedenti test a Sepang – è sicuramente la competitività della nuova Ducati GP15.

Quella realizzata sotto la guida di Gigi Dall’Igna sembra essere di tutt’altra pasta rispetto alla vecchia moto di Iannone e Dovizioso. Entrambi i piloti hanno fatto segnare tempi strabilianti, con il campione forlivese che ha fermato il cronometro sul 1’54’’907 infrangendo addirittura il vecchio record della pista di Casey Stoner.

Il suo compagno di squadra, Iannone, ha chiuso con li terzo tempo 1’55”104 a soli 13 millesimi da Marquez. Nel corso dei due giorni di test sulla GP15 sono apparse due nuove appendici aerodinamiche, che però – ha spiegato Dall’Igna – non verranno usate nelle gare, fanno solo parte degli esperimenti di crescita.

Insomma le Ducati vanno fortissimo. Ora bisognerà capire in gara dove potranno piazzarsi. Per il resto non si registrano grandi novità. Marquez è sempre velocissimo, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa inseguono ma non sembrano avere lo stesso passo del campione del mondo in carica.

Nel secondo giorno di test ha fatto un passo indietro la Suzuki, mentre Melandri con la sua Aprilia è sempre ultimo (questa volta ha dovuto lottare anche con un fastidioso stato influenzale). Per il pilota di Ravenna si prospetta una stagione di studio e di adattamento.

MotoGP 2015: conclusi i test, il 29 marzo inizia il mondiale

L'opinione dei lettori