Marc Marquez
  • pubblicato il 05-11-2015

MotoGP 2015, Valencia - Marquez: "Non ho nulla di cui scusarmi. Lotterò per il risultato migliore"

di Francesco Irace

Le parole di Marc Marquez alla vigilia del weekend di Valencia, ultima tappa della stagione

Marc Marquez, come da programma, parla nella inedita conferenza stampa. Ecco le sue parole. 

“Onestamente è stato uno dei periodi più difficili della mia vita. Soprattutto perché dopo la Malesia ho cercato di concentrarmi sull’ultima gara della stagione ma non è stato possibile prepararmi perché come tutti sanno è stato complicato per tutto.

Ma ora sono qui con il mio team e questo mi aiuta molto. Stiamo cercando di preparare al meglio il weekend. Cerchiamo di ottenere il miglior risultato possibile. L’ultima gara è sempre speciale per la MotoGP e quello che devono fare i supporters è godersi lo spettacolo Ci saranno tifosi di Jorge, di Vale e miei.

Ma è normale che sia così. Non parliamo di quanto successo, mostreremo la telemetria dopo la gara. Ora siamo qui per goderci la gara senza parlare di Sepang. Rimpiango soltanto di non aver chiuso la gara, rispetto a quanto fatto in gara non ho rimorsi. Cerco sempre di fare del mio meglio.

L’ho fatto in Malesia, l’ho fatto in Australia, in Giappone e lo farò anche qui. Cercherò di arrivare più avanti possibile. Certo è stata un’esperienza difficile per un pilota di 22 anni. Credo però di aver imparato tanto in tutta la stagione. Dovrò migliorare. Ho imparato che a volte il terzo e il quarto posto possono essere importanti come risultato.

Abbiamo sbagliato la prima parte della stagione. Potevo gestirla meglio perché non eravamo al top con la moto. Ho cercato in questi giorni di isolarmi ha non potuto fare a meno di leggere commenti e sentire opinioni.

Io mi limito a fare al meglio il mio lavoro. Il mio spirito in gara sarà sempre lo stesso. Non ho parlato con Valentino e Jorge dopo Sepang. Spero di poter parlare con entrambi.

Noi non abbiamo voluto influenzare in nessun modo la decisione del TAS, per questo abbiamo anche cancellato la conferenza stampa con la telemetria da esibire. Rispetto la decisione del TAS.

Come ho detto sabato in Malesia se sarà necessario lottare contro Dani o contro Vale o contro Jorge, lotterò. Cerco sempre il risultato migliore per me e per il mio team. In moto2 ho fatto una gran rimonta qui a Valencia. Ma la MotoGP è più difficile.

Questo è stato l'anno più difficile per me. Ma sono queste le stagioni che rendono più forte per il futuro. Capisco che Valentino si sta giocando il campionato e non voglio mettermi in mezzo. Credo che ognuno debba fare la sua gara e lottare per il suo risultato.

Spero che presto potremo parlare e che tutto possa tornare alla normalità. Lui vuole vincere, lo capisco. Io farò la mia gara, ripeto". 

MotoGP 2015, Valencia - Marquez: "Non ho nulla di cui scusarmi. Lotterò per il risultato migliore"

L'opinione dei lettori