• pubblicato il 26-03-2012

MotoGP: Valentino Rossi migliora a Jerez, ma i primi sono ancora lontani

di Francesco Irace

Ma il distacco dai primi resta sempre alto

Mentre la Ferrari di Alonso trionfa a sorpresa in Malesia, l'altra rossa, la Ducati, lancia segnali di ripresa nei test ufficiali di Jerez che precedono l'inizio della stagione 2012 della MotoGP.

Il sesto posto di Valentino Rossi – in netto miglioramento rispetto ai tempi di venerdì e sabato – fa ben sperare per il futuro; anche se di fatto, sulla moto, rimane da risolvere un problema di fondo legato all'anteriore.

«Sono contento perchè abbiamo fatto dei passi avanti rispetto ai primi due giorni – ha detto Valentino –. Ma resta un problema all'anteriore, un problema di sottosterzo. E credo faccia parte del DNA della moto. Bisogna vedere se puo' essere risolto tramite il setting. Non sara' facile, ma già qualcosa abbiamo fatto».

Se è vero che chi si accontenta gode, in questo caso chi gode lo fa solo a metà. Perchè alla felicità di aver migliorato la propria posizione riducendo il gap dai più veloci – Stoner, Lorenzo e Pedrosa (vedi tutti i tempi) – si unisce una sorta di rassegnazione dettata dalla consapevolezza che forse non sarà poi così facile fare meglio.

«Sicuramente lavorando bene potremmo migliorare ancora, ma attualmente il sesto posto rispecchia il nostro potenziale». Non fa giri di parole, dunque, Valentino Rossi, perfettamente cosciente del suo attuale grado di competitività.

Allora piedi per terra, nessuna illusione, e tutti al lavoro. Il Motomondiale è ormai alle porte. Si parte tra poco meno di due settimane.

MotoGP: Valentino Rossi migliora a Jerez, ma i primi sono ancora lontani

L'opinione dei lettori