• pubblicato il 09-03-2015

Peugeot e i rally: due 208 per il CIR 2015

La prima - affidata a Paolo Andreucci - punterà al titolo assoluto, la seconda - di Michele Tassone - al campionato Junior

La Peugeot affronterà il CIR (Campionato Italiano Rally) 2015 con due 208 ufficiali: una T16 R5 affidata a Paolo Andreucci (che punterà a centrare il titolo assoluto) e una R2 guidata da Michele Tassone che cercherà il trionfo tra i Junior (Under 25).

La Peugeot 208 T16 R5 - che nel 2014 ha conquistato quattro delle otto prove della serie nazionale con sette podi e 38 prove speciali terminate in prima posizione - è dotata di trazione integrale e di due differenziali autobloccanti e monta un motore 1.6 da 280 CV abbinato ad un cambio sequenziale a cinque rapporti.

La Peugeot 208 R2 - a trazione anteriore con un differenziale autobloccante - ospita invece sotto il cofano un propulsore 1.6 da 185 CV, anch’esso abbinato ad una trasmissione sequenziale a cinque marce.

Paolo Andreucci, nato il 21 aprile 1965 a Castelnuovo di Garfagnana (Lucca), ha ottenuto come miglior risultato nel WRC un 8° posto nel Rally del Portogallo 1989 al volante di una Lancia Delta, nel 2006 è stato vicecampione IRC con una Fiat Grande Punto ed è stato campione italiano della specialità per ben otto volte (2001, 2003, 2006, 2009-2012, 2014).

Michele Tassone - nato il 29 dicembre 1991 a Peveragno (Cuneo) - può invece vantare nel proprio palmarès il trofeo Abarth 500 Rally Europa nel 2011 (anno in cui risulta il migliore tra i partecipanti al Supercorso Nazionale Rally a Vallelunga) e il Trofeo Suzuki CIR nel 2014.

L’impegno sportivo della filiale italiana della Peugeot (che quest’anno cercherà di portare a casa il nono CIR tra i Costruttori, l’ottavo consecutivo) non termina però qui: la Casa francese organizzerà infatti la 36° edizione del trofeo promozionale Peugeot Competition riservato ai clienti sportivi, che coinvolgerà tutte le vetture del Leone omologate per le corse, compresa l’anziana 106.

Due i campionati previsti. Competition Rally, rivolto a tutti i modelli del brand transalpino, consentirà di acquisire punti in tutti i rally a calendario dall’1 marzo a fine giugno (Girone A) e da luglio al 4 ottobre (Girone B): il vincitore del primo girone potrà effettuare un test con le vetture ufficiali mentre per il trionfatore del secondo girone è prevista una 208 GTi in uso per tutto il 2016. Competition Top determinerà invece in due gare di finale chi potrà disputare il Rally di Monza al volante di una 208 T16 ufficiale di Peugeot Italia.

Per vedere le Peugeot 208 T16 R5 e R2 in azione con Paolo Andreucci e Michele Tassone bisognerà attendere la prima prova del CIR 2015 - il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio - in programma il prossimo 22 marzo.

Peugeot e i rally: due 208 per il CIR 2015

L'opinione dei lettori