• pubblicato il 25-09-2013

La Superbike 2013 sbarca a Laguna Seca

di Francesco Irace

Negli Stati Uniti il terzultimo round della stagione

Sarà a Laguna Seca, questo fine settimana, che potrebbe decidersi – almeno in parte – l'esito del mondiale Superbike 2013.

Quello degli Stati Uniti sarà infatti il terzultimo appuntamento della stagione. 

Sykes è leader, ma la classifica è corta

Dopo il round turco, al comando della classifica c'è ancora Tom Sykes. Guintoli segue a -8, Laverty a -26, Melandri a -33. Distacchi tutto sommato irrisori se pensiamo che le gare da disputare sono in tutto (ancora) sei.

Insomma è ancora tutto aperto, per la felicità degli appassionati che potranno seguire il mondiale delle derivate di serie fino all'ultimo giro senza mai dare qualcosa per scontato.

Tuttavia i primi tre piloti non hanno mai vinto o fatto registrare pole position sul circuito di Laguna Seca, con Guintoli che vanta come miglior piazzamento un dodicesimo posto (2008). Melandri vi ha corso cinque volte in MotoGP conquistando due podi.

Melandri: "La pista mi piace, sto bene e voglio dare il massimo"

"Ho un ottimo ricordo di Laguna Seca", racconta Marco Melandri "qui ho corso quando ero in MotoGP e ho conquistato due podi. Laguna è una delle piste più belle della stagione, sono molto contento che la Superbike abbia scelto di tornare a correre su questo circuito.

La nostra moto dovrebbe funzionare bene su questo tracciato, dovremo verificare le condizioni di grip una volta lì e lavorare per il miglior risultato.

Io mi sento bene, e continuo ad allenarmi per i prossimi round, sarà un finale di stagione impegnativo, ma io voglio dare il massimo". Insomma, nonostante i 33 punti di distacco dalla vetta, il nostro portacolori può arrivare ancora in alto. Ci crede e darà il massimo per farlo. 

La Superbike 2013 sbarca a Laguna Seca

L'opinione dei lettori