• pubblicato il 06-10-2014

Superbike 2014, doppietta Aprilia a Magny Cours

di Francesco Irace

Melandri regala la vittoria a Guintoli in gara 1 ma vince la seconda tornata ignorando l'ordine del team

Ha regalato la vittoria al compagno Guintoli nella prima gara, ma nella seconda tornata Melandri ha ignorato l’ordine di scuderia ed è andato a vincere. 

Doppietta Aprilia, dunque, a Magny Cours penultima tappa della Superbike 2014. Un risultato ottimo per la Casa di Noale che si candida per la vittoria del titolo costruttori.

Ma una doppietta che farà comunque discutere per le dinamiche che hanno interessato i due piloti e non solo loro; anche Loris Baz ha eseguito ciò che gli è stato imposto di fare in gara 1 lasciandosi sorpassare dal suo compagno di squadra Sykes, che tuttavia sul circuito francese bagnato non è riuscito a far meglio di due quarti posti. 

“Oggi abbiamo fatto un gran lavoro, la moto era fantastica e sono riuscito a confermare le prestazioni di Jerez – ha detto Melandri –. Sylvain era molto veloce, nei primi giri era difficile superare ma abbiamo creato subito un buon distacco con gli inseguitori.

La vittoria in Gara2 è la giusta ricompensa per l’impegno mio e del Team, oltretutto ho conquistato la terza posizione in campionato. Dopo metà stagione abbiamo mostrato un gran ritmo, ora vedremo come andranno le cose in Qatar”.

Strategie, ordini di scuderia e facce storte: tutto – che piaccia o no, a piloti e ad appassionati – perchè in palio c’è un titolo mondiale ancora da assegnare. Oggi la distanza tra Sykes e Guintoli è di sole 12 lunghezze. 

Si deciderà tutto all’ultima tappa a Losail il 2 novembre. 

 
Superbike 2014, doppietta Aprilia a Magny Cours

L'opinione dei lettori