Superbike

Superbike 2014, Melandri sbanca Sepang

L'Aprilia vola con la doppietta di Marco e i due secondi posti di Guintoli

di Francesco Irace -

Il round della Malesia, sesto appuntamento della Superbike 2014, è coinciso con la rinascita di Melandri.

Il pilota ravennate ha portato a casa una doppietta interrompendo un digiuno che durava da 22 gare e Aprilia Racing ha fatto bottino pieno grazie ai due secondi piazzamenti di Sylvain Guintoli.

Non poteva andare meglio per i colori italiani l’esordio delle derivate di serie sul circuito dove tre anni fa ci lasciava Marco Simoncelli. 

«Ci voleva questa vittoria, la dedico alla Manu e al suo pancione, e a tutti i ragazzi del team»

Melandri ha disputato due gare magistrali, dimostrando di aver trovato a Sepang il feeling tanto sperato nelle gare precedenti. «Una doppietta che ci voleva», ha detto Marco. «Nonostante le difficoltà non ci siamo mai arresi, abbiamo continuato a lavorare e a lottare.

Qui ho trovato un buon feeling con la mia RSV4, le condizioni di Gara1 erano difficili ma sono riuscito a raggiungere Sylvain. Dopo il sorpasso ho fatto il mio ritmo, sapevo di potermi difendere bene in staccata e sono riuscito ad amministrare fino alla fine.

Gara2 è stata ancora più dura, perché ho combattuto anche con le Kawasaki prima di poter raggiungere Sylvain. Nell’ultimo giro ho pensato a provarci, dovevo dare tutto fino alla bandiera a scacchi.

Comunque tutti i piloti sono da ammirare oggi, perché guidare in queste condizioni non è per niente facile. Questo risultato lo dedico alla Manu, al suo pancione e a tutti i ragazzi del Team. Ci vediamo a Misano!»

Prossimo appuntamento il 22 giugno, al Misano World Circuit Marco Simoncelli.

Superbike 2014, la classifica piloti

1. T. SYKES KAWASAKI 201

2. S. GUINTOLI APRILIA 188

3. J. REA HONDA 179

4. L. BAZ KAWASAKI 170

5. M. MELANDRI APRILIA 147

Superbike

Aprilia svela la RSV4 Superbike 2014

Livrea argento per la moto di Melandri e Guintoli