• pubblicato il 12-03-2016

Superbike 2016, Thailandia: Rea vince gara1

di Francesco Irace

Sykes domina, ma alla fine la spunta il campione del mondo. Terzo Van der Mark

Siamo alle solite: Sykes fa tre quarti della gara davanti ma alla fine vince Rea. È un copione che sembra ripetersi anche in questa Superbike 2016.

Rea sembra non avere rivali

Oggi il mondiale delle derivate di serie ha visto i suoi protagonisti darsi battaglia in Thailandia durante Gara1. Ha trionfato nuovamente il campione del mondo in carica, che anche quest’anno sembrerebbe non avere alcun rivale.

È già la terza vittoria che ha messo a segno e ha ottime probabilità di vincere anche la gara (2) di domani (in programma alle 10.00, ore italiane).

Ha battagliato – si fa per dire, il tempo di un sorpasso a pochi giri del termine – con il suo compagno di squadra Sykes, che sembrava aver fatto tutto perfettamente... Insomma, due Kawasaki davanti a tutti, proprio come lo scorso anno. 

Terzo Van der Mark su Honda CBR, bene le Yamaha

La novità, se vogliamo, è rappresentata dalla Honda: sul terzo gradino del podio si è piazzato Van der Mark, autore peraltro della superpole.

Probabilmente da lui ci aspettava qualcosina in più ma il suo resta un risultato importante, che fa ben sperare in vista delle prossime gare; peccato per l’inconveniente tecnico del suo compagno di squadra Hayden, costretto a ritirarsi. 

Chiude al quinto posto Reiterberger su BMW S1000RR, seguito dai due piloti Yamaha Lowes e Guintoli: si tratta di un risultato importante, soprattutto considerando che per la nuova R1 si tratta della terza gara in assoluto in Superbike. 

Giugliano cade nel finale

Non hanno brillato eccessivamente le Ducati. Davies è arrivato quarto mentre Davide Giugliano è caduto a pochissime tornate dal termine della gara; gli si è chiuso l’anteriore. Da segnalare il nono posto di De Angelis e il decimo di Savadori

Superbike 2016, Thailandia: Rea vince gara1

L'opinione dei lettori