PanoramautoTV / Prove

DS DS4 BlueHDI 180 CV

La prova della versione top di gamma diesel della compatta premium francese

In un panorama costellato di vetture compatte premium tedesche (Audi, BMW e Mercedes), e con qualche japp in arrivo (Infiniti), mancava giusto il tocco francese. La nuova DS4 spinge ancora di più sull’idea di lusso made in France, rinfrescando lo stile apportando alcune migliorie estetiche e tecniche.

Impossibile non notare la nuova mascherina e i nuovi gruppi ottici, modifiche estetiche precise e mirate che donato nuova vita alla DS4, che abbandona definitivamente il simbolo Citroënsfoggiando una calandra esagonale con marchio DS.

Lunga 428 cm, larga 181 e alta 153, la DS4 è una berlina compatta con tratti da coupé e un’accenno di monovolume. La Seduta è alta, ma la linea di profilo è affusolata; lo spazio per i passeggeri posteriori, di conseguenza, non è così ampio come ci si aspetta. Il bagagliaio da 384 litri, invece, è capiente ma paga un’altezza da terra elevata.

La DS4 della nostra prova è la versione top di gamma BlueHDI 180 CV S&S con cambio automatico EAT6 – di serie con questa motorizzazione. LA DS4 è disponibile anche con il cambio manuale nelle motorizzazioni 1.6 BlueHDI da 120 CV e 2.0 BlueHDI da 150 CV.