PanoramautoTV / Prove

Renault Scenic dCi 110 Hybrid Assist

La video-prova a bordo della monovolume ibrida

Abbiamo provato la nuova Renault Scenic Ibrida per testarne l’efficacia e per scoprirne pregi e difetti. Al motore 1.5 dci da 110 CV è stata affiancata un’unità elettrica da 48 volt – che non necessita di ricarica – che ha lo scopo di far crescere le performance della vettura, abbassando sensibilmente consumi ed emissioni di CO2. Motore a parte, dunque, la Scenic resta identica. Mantiene l’indole da monovolume spazioso e compatto con un design che strizza l’occhio anche un po’ al segmento dei crossover.

È un’auto ben rifinita e pensata tendenzialmente per la famiglia. Offre tanto spazio per passeggeri e bagagli, integra il sistema di infotainment R-Link2 compatibile con Android Auto e Apple Car Play con display touch screen e adotta alcuni tra i più recenti sistemi di sicurezza disponibili sul mercato. Questa versione Intens costa 31.600 euro (1.000 euro in più rispetto allo stesso modello equipaggiato con il solo motore termico).