PanoramautoTV / Saloni

Auto e moto d’epoca 2013: i modelli più belli e storici riuniti a Padova

Riuniti nella città veneta gli appassionati di auto d'epoca: un'occasione per rivivere la storia dell'auto, fra modelli imperdibile e marchi ormai dimenticati.

Un ritorno e una conferma: il salone di Padova dedicato ai veicoli storici, Auto e Moto d’Epoca 2013, arriva alla sua trentesima edizione.

E lo fa sottolineando ancora una volta la sua importanza non solo italiana, grazie a espositori e soprattutto a visitatori provenienti da tutta Europa.

Auto e Modo d’Epoca 2013: i numeri

Un totale di più di 1600 espositori divisi in 11 padiglioni disseminati nella location della Fiera di Padova, che dal 24 al 27 ottobre ha ospitato una invasione di modelli d’epoca ricchi di fascino.

Ma anche rivenditori di ricambi originali, di oggetti d’epoca legati al mondo dell’auto e della moto – poster, pubblicità, riviste – o di abbigliamento.

Ritrovo perfetto per chi la passione per i motori ce l’ha nel sangue.

Le case ufficiali presenti a Padova

Ad Auto e Moto d’Epoca 2013 non potevano ovviamente mancare anche le case ufficiali, con la loro storia da raccontare.

Non tutti i brand erano presenti, certo, ma chi c’era ha avuto molto da dire.

Peugeot ha dedicato il suo stand ai cinquant’anni della Peugeot 205, auto capace negli anni di aggiudicarsi quattro titoli mondiali nel really nel giro di tre anni. Dalla GTI alla T16 passando per una particolarissima versione “quasi paracarro” i fan del Leone hanno avuto modo di rivivere un pezzo della storia sportiva del marchio.

BMW ha invece puntato su un mix di vecchio e nuovo, mostrando in fiera anche i nuovi modelli dell’elica (come la BMW Serie 4). Ma al centro del palcoscenico c’erano loro, le BMW storiche, come la 328 del 1937.

Lo stand Mercedes ruotava invece alle ammiraglie d’epoca della Stella: in un angolo ricco di modelli e racconti abbiamo potuto così rivedere la W113 con tetto a pagoda (particolarissima) o la W180 degli anni Cinquanta.

E ancora Porsche, con i 50 anni della sua 911; Jaguar che ha ripercorso i fasti del marchio mostrando anche una splendida E-Type del 1966; Maserati, con la sua Ghibli. E lo stand organizzato dal Museo Ferrari, con numerose supercar del Cavallino.

I club e gli appassionati

Di fianco agli standi ufficiali c’erano una moltitudine di club di appassionati di vetture specifiche: dalla Mercedes 300SL ad ali di gabbiano alla Bianchina, passando per le tanteLancia (Ardea, Flaminia) che hanno fatto la storia dell’automobile in Italia: c’erano tutte.

Compresa un’immancabile regina della motorizzazione del Bel Paese: la 500, in tante forme e colori.