Amarsport

Maserati 6CM: la regina della Targa Florio

La Maserati 6CM è l'auto che ha vinto (insieme all'Alfa Romeo 8C-2300 Monza) più edizioni della Targa Florio

Maserati 6CM

La Maserati 6CM è l’auto che ha vinto – insieme all’Alfa Romeo 8C-2300 Monza – più edizioni della Targa Florio (3). Scopriamo insieme la storia della monoposto del Tridente.

Maserati 6CM: la storia

La Maserati 6CM nasce nel 1936 per rimpiazzare la 4CM: il telaio è derivato da quello dell’antenata ma le sospensioni anteriori (prese in prestito dalla V8RI) sono più evolute in quanto a ruote indipendenti.

La prima auto del Tridente di sempre ad essere esposta in un Salone ( quello di Milano del 1936), monta un motore 1.5 a sei cilindri in linea da 155 CV: un propulsore che verrà usato nel dopoguerra per la vettura di serie A6.

27 esemplari prodotti – 8 usati come ufficiali e 19 venduti a scuderie private – e oltre 230 km/h di velocità massima: questi i numeri della Maserati 6CM, vettura che regala alla Casa emiliana la prima vittoria alla Targa Florio nel 1937 grazie a Giulio Severo. Nello stesso anno il marchio del Tridente viene acquistato dall’imprenditore Adolfo Orsi, che sposta la produzione della monoposto da Bologna a Modena.

Nel 1938 debutta una variante più potente (175 CV) e dotata di quattro valvole per cilindro che sale sul gradino più alto del podio della Targa Florio con Giovanni Rocco. Il terzo trionfo consecutivo nella corsa siciliana per la 6CM arriva nel 1939 con Luigi Villoresi.