Auto d'epoca

Lada 2107 (1990): la russa di lusso

La Lada 2107 era la variante più lussuosa dell'ultima evoluzione della Žiguli: una berlina prodotta dal 1982 al 2012 e commercializzata in Italia all'inizio degli anni '90

Lada 2107

La Lada 2107 era la variante più lussuosa dell’ultima evoluzione della Žiguli (la Fiat 124 fabbricata su licenza in Unione Sovietica, per intenderci).

La berlina russa ha avuto una carriera molto lunga (è stata prodotta dal 1982 al 2012) ma è stata commercializzata ufficialmente in Italia solo dal 1990 al 1992. Oggi da noi è introvabile: più semplice rintracciarla nell’ex blocco sovietico a poco più di 1.000 euro.

Lada 2107 (1990): le caratteristiche principali

La Lada 2107 – nata nel 1982 e venduta in Italia tra il 1990 e il 1992 – è la versione più raffinata (nonché più riuscita) della Riva, a sua volta un profondo restyling della Žiguli (la Fiat 124 assemblata su licenza nell’URSS che ha contribuito in misura rilevante alla motorizzazione di massa nell’Unione Sovietica).

Simile nell’estetica alla variante “standard” 2105, si distingue per la mascherina più importante (dimensioni maggiorate e cromature) e per gli interni più curati. Lunga 4,15 metri e caratterizzata da un abitacolo spazioso e da un bagagliaio ampio, montava un cambio maneggevole. Pessimo, invece, lo sterzo, durissimo e poco sensibile.

Lada 2107 (1990): la tecnica

La Lada 2107 sbarca in Italia nel 1990 con un solo motore: un 1.3 a benzina da 65 CV. Un propulsore affiancato nel 1992 da un più potente 1.5 da 77 CV, decisamente più assetato di carburante pur non offrendo particolari vantaggi prestazionali rispetto all’unità dalla cubatura più contenuta.

Lada 2107 (1990): le quotazioni

La Lada 2107 è introvabile nel nostro Paese. Numerosi, invece, gli esemplari disponibili nell’ex blocco sovietico (stiamo d’altronde parlando di quella che all’epoca era l’auto più venduta da quelle parti): mettete in conto una spesa di oltre 1.000 euro.