Auto d'epoca

Mazda 121 (1996): la Ford Fiesta giapponese

L'ultima Mazda 121 – nata nel 1996 – non era altro che una Ford Fiesta quarta serie rimarchiata

Mazda 121

Nel 1996 Mazda lanciò l’ultima generazione – la terza – della 121, nient’altro che una Ford Fiesta quarta serie rimarchiata (all’epoca la Casa dell’Ovale Blu era in possesso del 33,4% delle azioni del marchio giapponese). Una piccola affidabile (ma anche introvabile in Italia, più semplice rintracciarla in Germania) con quotazioni che recitano 1.000 euro.

Mazda 121 (1996): le caratteristiche principali

La terza generazione della Mazda 121 – gemella della quarta serie della Ford Fiesta – vede la luce nel 1996. Disponibile a tre o a cinque porte (con quest’ultima che abbandona le scene nel 1999), viene commercializzata in Italia fino al 2000.

La piccola giapponese è molto affidabile ma non conquista il pubblico: colpa del marchio sul cofano (meno conosciuto rispetto a Ford), della dotazione di serie poco personalizzabile e di altri difetti condivisi con la “sorella” americana (comportamento stradale poco agile e carenza di spazio per la testa dei passeggeri posteriori più alti).

Mazda 121 (1996): la tecnica

La gamma motori al lancio della Mazda 121 del 1996 comprende due unità Ford a benzina: un obsoleto – ma indistruttibile – 1.3 da 60 CV (poco convincente alle voci “prestazioni” e “consumi” e con una cilindrata elevata che non aiutava a risparmiare sull’assicurazione RC Auto) e un più moderno 1.2 da 75 CV sparito dalle scene nel 1999.

Mazda 121 (1996): le quotazioni

Le ultime Mazda 121 sono introvabili in Italia (la maggioranza dei clienti optò per la più rivendibile Ford Fiesta). Più semplice rintracciarle in Germania (con quotazioni che recitano 1.000 euro): consigliamo di puntare sul propulsore 1.3, più assetato, più fiacco ma anche molto più robusto del 1.2.