Usato

Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde (2012): pregi e difetti della compatta sportiva del Biscione

L'Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde del 2012 è una compatta divertente da guidare che meriterebbe un motore più cattivo

L’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde – variante sportiva della compatta del Biscione – è piacevole da guidare ma non “brutale”. Gli esemplari del 2012 della vettura che in quel periodo era la più potente della gamma della Casa lombarda – 235 CV – hanno uno stile sobrio e si trovano facilmente a meno di 14.000 euro. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della non molto affidabile “segmento C” tricolore.

Alfa Romeo Giulietta tre quarti posteriore

I pregi dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde del 2012

Abitabilità

Nella media della categoria.

Dotazione di serie

Molto ricca: autoradio CD MP3, cerchi in lega, climatizzatore automatico bizona, cruise control, differenziale Q2, fendinebbia, manettino DNA e sensori di parcheggio posteriori.

Capacità bagagliaio

Senza infamia e senza lode: 350 litri che diventano 1.150 quando si abbattono i sedili posteriori.

Posto guida

Posizione di seduta sportiva ma sedili poco contenitivi.

Climatizzazione

L’impianto bizona dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde se la cava bene. Solo le bocchette d’aerazione potrebbero essere più grandi…

Cambio

La trasmissione manuale a sei marce se la cava bene nella guida tranquilla ma la leva tende ad impuntarsi un po’ troppo spesso quando si cerca il brio.

Sterzo

Sensibile (pure troppo, a volte) e preciso: promosso.

Dotazione di sicurezza

L’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde è una compatta sicura: airbag frontali, laterali e a tendina, assistente per le partenze in salita e controlli di stabilità e trazione.

Visibilità

Penalizzata leggermente dai voluminosi montanti posteriori. Niente di preoccupante, comunque…

Freni

Impianto potentissimo, tra i migliori del segmento.

Tenuta di strada

Difficile trovare una compatta più divertente dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde nel misto stretto. Ci vorrebbe solo un motore più grintoso…

Prezzo

Da nuova nel 2012 l’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde costava 30.200 euro, oggi si trova facilmente a 13.900 euro. Poco più di una Renault Clio 1.2 75 CV Life appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

L’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde è abbastanza richiesta sul mercato dell’usato e ha un futuro assicurato come auto d’epoca.

Alfa Romeo Giulietta logo Quadrifoglio Verde

I difetti dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde del 2012

Finitura

Qualche imprecisione di troppo nella verniciatura e negli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria.

Sospensioni

Da una compatta più simile ad una Gran Turismo che ad una sportiva dura e pura ci saremmo aspettati una taratura leggermente più soffice degli ammortizzatori.

Rumorosità

Il sound dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde non è molto cattivo.

Motore

Il propulsore 1.750 turbo benzina Euro 5 dell’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde del 2012 ha una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto ma non è molto dotato alle voci “cavalli” (235) e coppia (340 Nm). Peccato: l’ottimo telaio potrebbe reggere senza problemi una maggiore quantità di puledri.

Prestazioni

242 km/h di velocità massima e 6,8 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h. Per qualcosa di più gratificante consigliamo di puntare sulle restyling – introdotte nel 2014 – con 240 CV e il cambio automatico a doppia frizione TCT.

Consumo

13,2 km/l dichiarati. Molto alto il valore nel ciclo urbano: 9,3 km/l.

Garanzie

La copertura globale è terminata nel 2014 mentre quella sulla verniciatura nel 2015. Ancora valida, fino al 2020, la protezione sulla corrosione.

Scopri tutto il listino Alfa Romeo.