Usato

Tata Vista Bi Fuel GPL (2011): pregi e difetti della citycar indiana a gas

Pregi e difetti della Tata Vista Bi Fuel GPL del 2011, variante a gas della citycar indiana

Tata Vista

La Tata Vista è una citycar indiana adatta a chi vuole un’auto usata “low-cost”. Oggi analizzeremo la versione Bi Fuel GPL del 2011, introvabile (più facile rintracciare le varianti a benzina) e con quotazioni inferiori a 4.000 euro. Scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Tata Vista Bi Fuel GPL del 2011

Abitabilità

La Tata Vista offre tanto spazio alle spalle e alle gambe dei passeggeri posteriori.

Dotazione di serie

Completa: quattro alzacristalli elettrici, climatizzatore e fendinebbia.

Climatizzazione

Senza infamia e senza lode: bocchette ampie e ben realizzate ma comandi posizionati troppo in basso.

Sospensioni

La taratura morbida degli ammortizzatori della Tata Vista regala un comfort eccellente sulle buche.

Rumorosità

Motore silenzioso e abitacolo ben insonorizzato. Solo alle velocità c’è un po’ di baccano.

Motore

Il motore 1.4 Euro 5 a benzina/GPL della Tata Vista è una vecchia conoscenza per noi italiani: si tratta infatti del noto 1.368 cc Fire di origine Fiat. Un propulsore ricco di cavalli (75) e di coppia (114 Nm) contraddistinto oltretutto da un’ottima risposta ai bassi regimi. Peccato solo per la cilindrata elevata che non aiuta a risparmiare sull’assicurazione RC Auto.

Cambio

La trasmissione manuale a cinque marce ha una leva maneggevole ed è abbinata ad un pedale della frizione leggero.

Sterzo

Leggero ma non troppo: offre una discreta sensibilità.

Prestazioni

La Tata Vista GPL è una citycar vivace: 170 km/h di velocità massima e una spinta interessante.

I difetti della Tata Vista Bi Fuel GPL del 2011

Finitura

Migliorabile: plastiche di bassa qualità unite ad assemblaggi non impeccabili. Senza dimenticare gli accoppiamenti imprecisi dei pannelli della carrozzeria.

Capacità bagagliaio

Poco ampio (a differenza dell’abitacolo).

Posto guida

Penalizzato da un sedile poco contenitivo e da comandi poco ergonomici.

Dotazione di sicurezza

Povera: due airbag frontali e nient’altro.

Visibilità

Penalizzata dai finestrini piccoli.

Freni

L’impianto della Tata Vista è inadeguato.

Tenuta di strada

Rollio marcato e controlli elettronici assenti: meglio andare piano.

Prezzo

Da nuova nel 2011 la Tata Vista Bi Fuel GPL non costava meno delle rivali (10.810 euro). Oggi è introvabile – più semplice rintracciare le varianti a benzina – e le sue quotazioni recitano 3.800 euro.

Tenuta del valore

La Tata Vista non ha appeal sul mercato dell’usato. La presenza dell’impianto a GPL potrebbe migliorare la situazione.

Consumo

Beve parecchio per essere una citycar a GPL.

Garanzie

Tutte scadute: quella globale e quella sulla corrosione nel 2014 e quella sulla verniciatura nel 2017.