Blog / LookRight

Potenza o leggerezza?

Meglio un’auto leggera ma poco potente, o pesante ma con centinaia di cavalli?

di Francesco Neri -
Aventador S verde spvra

Sfoglio il listino, e sogno ad occhi aperti come al solito. Osservo le auto sportive alla portata del mio budget (oddio sono così poche) e poi, automaticamente, mi sposto su quelle che, nel bene e nel male, ho avuto la fortuna di provare. Nel bene perché “è bello averle guidate”, nel male perché “ora le voglio” e non soprattutto “nemmeno in due vite me le potrò comprare”.
In tutto ciò mi tartassa una domanda che può sembrare stupida, ma che forse non lo è: quale tipo di auto sportiva è megliore, quella poco potente ma leggera o quella che pesa come un mattone ma che consuma gomme ad ogni accelerata?

Non è una scelta facile. Io, ed esempio, le amo entrambe. Essendo un amante della pista, però, prediligo le staccate violente, la precisione a centro curva e l’immediatezza nell’inserimento. E questo genere di cose, mi spiace dirlo, le auto pesanti le fanno male. Ecco, forse male è una parola brutta, ma diciamo che una Nissan GT-R – per quanto capace nel compiere le suddette azioni – non è certo abile quanto una Lotus Elise.

Bisogna ammettere che le auto con molti cilindri, tanti cavalli e tantissima spinta danno assuefazione. Che sensazione meravigliosa è avere 700 CV sotto il piede? Un pulsante V8 di una Mustang che trasforma le gomme in fumo, non è forse più divertente di staccare forte in curva? Forse. Forse la risposta, come spesso accade, sta nella giusta via di mezzo. Auto come la Porsche 911 GT3 sono potenti a sufficienza da soddisfare la vostra voglia di onnipotenza, ma leggere e precise quanto (o quasi quanto) un’auto superlight pensata per i cordoli. Non vi fanno sentire l’esigenza di avere più CV sotto il piede, e nemmeno vi fanno mancare l’agilità o la forza nella staccata.

Ma sono comunque gusti, per questo esistono le Mercedes AMG e le Caterham: perché ognuno compra quello che gli pare. Una cosa è certa: le auto più leggere e meno potenti, spesso, costano anche meno. Quindi, a ben vedere, “poca spesa, tanta resa” è la risposta giusta alla nostra domanda, quella più sensata; ma la verità è che se dovessero piovere quattrini durante la notte, sappiamo tutti che genere di auto andremmo a comprare. E che purtroppo, i cavalli non bastano mai. Maledizione.