Accessori

Bosch, Vodafone e Huawei testano la tecnologia Cellular-V2X

Le auto comunicano con latri veicoli e con ciò che le circonda attraverso la telefonia mobile

cellular-v2x-bosch-1

Da febbraio 2017 Bosch, Vodafone e Huawei stanno testando la nuova tecnologia ad alte prestazioni Cellular-V2X che consente all’auto di comunicare con gli altri veicoli e con ciò che la circonda attraverso la telefonia mobile. Le prove sul campo si svolgono sull’autostrada A9 in Baviera con i primi moduli di prova 5G.

Per la prima volta le aziende stanno dimostrando che i sistemi di assistenza alla guida, come il sistema Adaptive Cruise Control (ACC), traggono vantaggio anche dallo scambio di informazioni diretto e istantaneo tra veicoli. Finora la tecnologia Cellular-V2X viene utilizzata come sistema di avviso in tempo reale nei cambi di corsia in autostrada o quando l’auto davanti frena all’improvviso. L’ACC non avvisa soltanto il guidatore, bensì accelera e frena anche automaticamente. Il nuovo sistema di telefonia mobile pone quindi le basi per la guida autonoma. Per raggiungere l’obiettivo di avere tutte le auto completamente connesse, sarà necessario insegnare ai veicoli a comunicare tra loro e a scambiarsi dati direttamente.

La comunicazione diretta tra i veicoli fornisce informazioni su quanto sta accadendo in un incrocio non visibile al guidatore, in cima a una collina, o lungo l’autostrada di fianco o alle spalle dell’auto guidatore. Grazie alla telefonia mobile, le auto connesse possono trasmettere determinate informazioni, come la loro posizione e velocità, direttamente a tutti i veicoli entro un raggio di più di 300 metri. Inoltre, possono farlo senza passare per canali intermedi attraverso le stazioni di base e potenzialmente senza ritardi. Di conseguenza, un veicolo conosce il comportamento di guida degli altri intorno a lui.