Videogames

MotoGP 18, il videogame

In arrivo il 7 giugno il nuovo capitolo di Milestone dedicato al Motomondiale

di Francesco Neri -

Per chi non lo sapesse, MotoGP 18 è un gioco tutto italiano. La Casa produttrice Milestone, però, per questo nuovo capitolo si è affidata al motore grafico Unreal Engine, che porta con sé tante novità, nel bene e nel male. Ma andiamo per gradi. A colpo d’occhio il gioco è molto più gradevole e realistico: i riflessi di luce sono migliorati, così come le animazioni e i modelli poligonali. I piloti sembrano più “veri” grazie allo scan dei volti, anche se non tutti sono curati allo stesso modo.
L’Unreal Engine ha consentito anche un balzo in avanti verso un modello di guida più simulativo: ora le moto sembrano più pesanti e si percepisce sensibilmente l’inerzia in ingresso di curva; anche le varie “toccatine” e gli errori fuori pista sono riprodotti in modo nettamente più credibile, anche se tutte queste azioni sono comunque “perdonate” e non diventano un limite alla sfida.
Il gioco infatti non è un vero e proprio simulatore, la sua vena arcade rimane spiccata, e questo lo rende godibile ad un’ampissima gamma di giocatori.

POCO MA BUONO

Come dicevamo, Milestone ha scelto di “ripartire” con MotoGP 18, e grazie all’Unreal Engine la qualità grafica e del gameplay è migliorata parecchio, ma per mancanza di tempo sono stati sacrificati dei contenuti. Infatti, oltre alla modalità carriera (più ricca e corposa che in passato, va detto) e alle solita modalità, mancano delle sfide speciali e dei contenuti extra; ma nel complesso il gioco rimane solido e appagante.
Non vediamo l’ora di metterci le mani sopra.
MotoGP 18 sarà in vendita nei negozi il 7 giugno per XBOXONE, PS4, PC e Nintendo Switch.