Moto Anteprime

BMW S1000RR 2019, arriva la terza generazione della supersportiva bavarese

Si rinnova dentro e fuori con linee più accattivanti e aerodinamiche. Cresce la potenza e diminuisce il peso, mentre il pacchetto elettronico diventa sempre più evoluto

di Francesco Irace -

Più leggera, più veloce e con un pacchetto elettronico ancora più ricco che la rende più semplice da guidare. Si presenta così la terza generazione della BMW S1000RR, che ha debuttato ad Eicma rinnovata dentro e fuori per stuzzicare la fantasia tutti gli appassionati di moto supersportive. Adotta ora un motore quattro cilindri in linea più leggero di 4 kg rispetto a quello precedente, dotato di tecnologia BMW ShiftCam (che varia il tempo e l’apertura delle valvole in aspirazione), capace di erogare una potenza di 207 CV (8 CV in più), con un peso ridotto da 208 a 197 (193,5 con l’M Package), grazie anche al nuovo scarico più leggero di 1,3 kg.

Nuova geometria di guida ed elettronica gestita dalla piattaforma IMU

Il motore funge sempre da elemento portante e c’è una nuova geometria di guida che ottimizza la distribuzione dei pesi. La nuova generazione di sospensioni elettroniche DDC (con nuova tecnologia per le valvole di regolazione) è disponibile come componente optional per la nuova RR e non manca un set di distanziali per fare regolazioni selettive, dove richieste per la guida in pista. Al posteriore è disponibile inoltre una nuova sospensione più leggera della precedente con leveraggi Full Floater Pro. Il pacchetto elettronico si avvale, invece, di ride by wire con quattro modalità di guida più una optional completamente personalizzabile, del controllo della trazione, controllo anti-impennata, launch control, funzione di regolazione del freno motore e cambio elettronico sia in accelerazione che in scalata (che può essere facilmente rovesciato, se desiderato). A gestire il tutto ci pensa una nuova piattaforma inerziale a sei assi abbinata anche all’ABS Pro che garantisce ottime performance anche a moto piegata.

Carene riprogettate

La strumentazione si avvale di un nuovo schermo TFT da 6,5 pollici a colori pensato per l’uso in pista, mentre le linee della nuova BMW S1000RR 2019 beneficiano di carene completamente riprogettate che non stravolgono il design che da sempre caratterizza la supersportiva bavarese, ma che accentuano il carattere dinamico della moto con forme e grafiche ancora più moderne e accattivanti, migliorando contestualmente anche l’aerodinamica. “Le indicazioni che ci erano state date erano di prendere il modello precedente, che negli ultimi 10 anni ha dominato in tutte le discipline, e migliorare significativamente le performance. Abbiamo tradotto tutto questo in obiettivi precisi: più veloce in pista, più leggera di oltre 10 kg e più semplice da controllare. Questi obiettivi sono stati alla base di tutte le nostre scelte. Il risultato è un’affascinante nuova moto che va oltre gli obiettivi che ci eravamo imposti noi stessi e che, ancora una volta, diventa il riferimento della sua categoria”. Claudio De Martino, Vehicle Technology Team Leader.