Moto News

Lord of the Bikes 2018 torna stasera in tv con la Vespa protagonista

Il talent sul mondo della customizzazione avrà un nuovo format e nuovi conduttori

03-giudici-lord-of-the-bikes-2018

Sarà la Vespa la nuova protagonista dell’edizione 2018 di Lord of the Bikes, il primo talent sul mondo della customizzazione delle due ruote che partirà questa sera su Sky Uno HD. Si chiamerà infatti Lord of the Bikes Vespa R-Evolution e registra importanti novità anche sul fronte dei conduttori, che saranno tre giurati d’eccezione: Guido Meda, la “voce” della MotoGP su Sky Sport, Faso, il bassista del gruppo musicale Elio e le Storie Tese e Diletta Leotta, volto di Sky Sport, avranno l’onore e l’onere di decidere le sorti dei dieci customizzatori di Vespa, provenienti da ogni parte d’Italia.

Vespa protagonista di Lord of the Bikes 2018

Guido Meda: “Vespa è un oggetto storicamente perfetto. Apparentemente immutabile come tutto ciò che nasce bene e con una bella anima. Eppure, Lord Of The Bikes ha messo la Vespa in mano a gente che l’anima delle moto la sa trattare. E tra patemi, entusiasmo, risate, qualche incazzatura, qualche errore e qualche orrore, c’è il potenziale per vedere Vespa inedite e straordinarie a giocarsi il titolo. Con Diletta Leotta e Faso ci siamo divertiti nei panni dei giudici, ci vogliamo bene da matti e ridiamo come al liceo. Diletta sull’estetica è fortissima, Faso sa tutto di Vespa e ha un’ironia devastante. Io adoro le due ruote e quando vedo qualcosa che non mi convince finisco per trovarmi nella parte scomoda ma necessaria del cattivo. Che poi, cattivo, si fa per dire. Vespa merita e genera allegria, ma anche rispetto e attenzione. Vi piacerà. Vi aspettiamo!”. Saranno protagoniste di Lord of the Bikes 2018 sia le “small body” Vespa Primavera e Vespa Sprint, sia Vespa GTS, il mitico “Vespone” con la scocca più grande. Le due famiglie di Vespa saranno la base sulla quale si cimenteranno veri team di artisti della customizzazione seguendo i temi più diversi ma accettando la sfida di rimanere sempre coerenti con l’anima e i valori di Vespa.