Anteprime

Audi e-tron Prototipo, più autonomia grazie al sistema di recupero dell’energia

Audi è il primo costruttore al mondo a dedicare un sistema di frenata elettroidraulico integrato a un'auto elettrica

Audi e-tron Prototipo è caratterizzato dal connubio tra performance elevate ed efficienza. Il SUV a zero emissioni è infatti capace di erogare una potenza di 408 CV, scattando da 0 a 100 km/h in meno di 6 secondi, garantendo un’autonomia di oltre 400 km. Quest’ultimo risultato è possibile soprattutto grazie all’innovativo sistema di recupero dell’energia, il cui contributo può valere anche il 30% dell’autonomia complessiva.

La e-tron sul Pikes Peak

In queste immagini vedete la e-tron Prototipo alle prese con un test sull’affascinante e suggestivo Pikes Peak, dove lungo i 31 km di discesa dalla vetta il SUV elettrico dei Quattro Anelli ha accumulato nella batteria una quantità di energia tale da poter percorrere nuovamente una distanza analoga. La e-tron può recuperare energia fino ad un massimo di 300 Nm e 220 kW di potenza elettrica (valori equivalenti a oltre il 70% della potenza motore).

The Audi e-tron prototype
Credits: The Audi e-tron prototype on recuperation test at Pikes Peak

Tre modalità di recupero energia

Nello specifico il sistema di recupero dell’energia interessa sia i due motori elettrici sia il sistema di frenata elettroidraulico integrato. Sono disponibili tre modalità di recupero: manuale, nelle fasi di rilascio e sfruttando i bilancieri al volante; automatica, mediante il predective efficiency assistant; e in frenata, con il graduale passaggio dalla decelerazione elettrica a quella idraulica. La nuova Audi e-tron Prototipo farà il suo debutto tra poche settimane in occasione del Salone di Parigi 2018.