Anteprime

Svelata la Brabham BT62

Spinta da un V8 aspirato da 720 CV, pesa 970 kg e genera 1.200 kg di carico aerodinamico

Il leggendario Jack Brabham è un nome noto nel mondo delle corse. Settant’anni dopo la nascita del marchio inglese la firma d’Oltremanica, diretta da uno dei figli del fondatore, David Brabham (ex pilota di Formula 1 e campione alla 24 Ore di Le Mans), presenta un’inedita supercar omologata solo per la pista e denominata Brabham BT62.

V8 aspirato di produzione Brabham

Con un peso a secco di soli 972 kg, questa esclusiva super sportiva è in grado di erogare una carica aerodinamica superiore al suo peso, di ben 1.200 kg. E grazie all’otto cilindri a V aspirato da 5,4 litri, abbinato a una trasmissione sequenziale con launch control, metterà a disposizione dei piloti al volante la bellezza di 700 CV e 667 Nm di coppia, con un rapporto peso potenza di 720 CV per tonnellata. Con questa supercar da 1,13 milioni di euro – questo è il prezzo fissato per ognuna delle 70 unità previste – Brabham punta a tornare alla 24 Ore di le Mans.

Il telaio della Brabham BT62 è in carbonio, mentre la carrozzeria è un misto di carbonio e kevlar. L’abitacolo ha un’impostazione da corsa con quasi tutti i controlli posizionati sul volante, dietro al quale si trova il quadro strumenti digitale da 12 pollici. Le finiture sono in Alcantara, mentre i sedili a guscio montano cinture di sicurezza a sei punti.

In quanto a dimensioni, la Brabham BT62 misura 4.460 mm in lunghezza, 1.950 mm in larghezza, con un passo di 2.695 mm. I cerchi da 18 pollici gommati con pneumatici Michelin da competizione nascondono un impianto frenante con pinze a sei pistoncini e dischi  Reinforced Carbon-Carbon.

Amarsport

Brabham BT45B, cuore italiano

Motore Alfa Romeo e Martini come sponsor: storia di una monoposto bella ma poco vincente